Uno stregatto astronomico



di Pasquale D’Anna

Uno stregatto astronomico

Ecco l’ammasso di galassie chiamato “Cheshire Cat”, appunto stregatto a causa della forma bizzarra, osservato dal telescopio ai raggi X Chandra.
Quello che vediamo è il fenomeno di ‘lente gravitazionale‘ prevista nella teoria della relatività di Einstein (la presenza di un corpo celeste che, a causa della massa elevatissima, esercita una forza di gravità tale da deviare la luce che gli passa accanto: lo spazio si curva e la luce segue proprio questa curvatura). La materia va a modificare il tessuto spazio tempo ed in questo caso è proprio l’ammasso di galassie a fungere da lente.

Un esempio su come funziona la lente gravitazionale

Gli ‘occhi’ dello stregatto sono due galassie in collisione tra loro. In particolare la galassia a sinistra (l’occhio sinistro) contiene un buco nero supermassiccio. Col passare del tempo le due galassie principali, che tra le altre cose sono i membri principali dei propri gruppi, faranno diventare questo stregatto ciclopico poichè si fonderanno. Quello che vediamo in foto è sovrapposizione di varie immagini raccolte nell’ottico e ai raggi X di questo gruppo di galassie. 

Lo stregatto astronomico. Credit:NASA/CXC/UA/J.Irwin/STScI
Facebook Comments

Comments

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

The Kepler 90 Planetary System

The Kepler 90 Planetary System
css.php