L’acqua è uno degli elementi più straordinari dell’universo, scopriamo il perché.


L’acqua è il composto chimico più abbondante sulla Terra, si trova in tutti gli ambienti ed è parte integrante di tutti gli esseri viventi.

La base della vita

Spesso sentiamo dire che la vita, così come la conosce l’essere umano, è basata sulla molecola di carbonio, affermazione vera ma che non può essere scollegata alla assoluta importanza dell’acqua.

Acqua
Acqua, fonte di vita

In assenza di acqua allo stato liquido non c’è vita, o almeno è quello che sappiamo fino ad oggi, quindi l’acqua è, fino a prova contraria, l’assoluta protagonista della vita, così come la conosciamo noi nelle sue innumerevoli variabili, qui sulla Terra.

Come è fatta

Nella sua forma pura, l’acqua è un composto chimico, è l’unione di due differenti elementi: ossigeno e idrogeno

L’origine

La maggior parte dell’acqua presente nell’universo potrebbe essere, secondo teorie consolidate, un prodotto secondario nella formazione stellare.

Due atomi di idrogeno con carica positiva si uniscono a un atomo di ossigeno con due cariche negative, formando la molecola H2O. un cucchiaio d’acqua è formato da milioni di queste molecole.

Il ciclo dell'acqua
Il lungo percorso del ciclo dell’acqua sulla Terra, possiamo davvero farne a meno?
Credit: USGS

Le stelle, al termine del loro sviluppo, emettono un vento solare particolarmente forte, questi è accompagnato dall’emissione di un grande flusso di gas e polveri; quando questo flusso colpisce il gas della nube molecolare, dove ha avuto origine la stella, si formano delle onde d’urto che comprimono e riscaldano i gas.

nube
Rappresentazione di nube proto planetaria, in cui le polveri contengono acqua di origine stellare.

L’acqua scoperta all’interno delle nebulose in cui è presente attività di formazione stellare si sarebbe originata rapidamente a partire dal gas compresso riscaldato.

E le comete?

Beh… dopo essere state a lungo candidate como trasportatrici di acqua nello spazio, vedono la loro posizione ridimensionata, l’acqua analizzata da Giotto (la sonda spaziale) nella cometa Halley e da Rosetta nella cometa Churyumov-Gerasimenko, è un’acqua ricca di deuterio, caratteristiche che la definisce come acqua pesante, non riscontrabile in natura sulla Terra.

La quantità presente sulla terra è immensa, si stima intorno ai 1400 milioni di miliardi di tonnellate. Il nostro pianeta è occupato per circa il 70% dalle acque mentre il 30% è occupato dalle terre emerse.

L’acqua è l’unica sostanza che si trova in natura nei tre stati di aggregazione: solido, liquido e gassoso.

stati acqua
I tre stati dell’acqua in uno schema infografico.

La gran parte, il 97.2% è acqua di mare o salmastra, inutilizzabile da bere, ma utilizzabile per lavorare, per l’irrigazione e per la maggior parte degli usi industriali.

L’acqua dolce è ugualmente presente sul pianeta in quantità molto grandi (40 milioni di miliardi di tonnellate), ma è trattenuta per la maggior parte dalle calotte glaciali e dai ghiacciai (2.15%); solo il rimanente 0.65% è suddiviso tra laghi, fiumi, acque sotterranee e atmosfera.

Terra
La quantitá dia acqua potabile é molto piccola.
Credit: USGS

La sua versatilità permette inoltre molte reazioni chimiche, l’acqua é un potente solvente naturale, in grado di veicolare e aggregare varie sostanze chimiche e biologiche, che sono indispensabili per la vita sul nostro pianeta.

Il ciclo dell’acqua

L’acqua è in costante movimento attraverso un ciclo, chiamato “ciclo dell’acqua”, in cui l’uomo cerca di regolarne, con alterne fortune, la dinamica.

sali minerali
Credit: Giovanna Bassi


Quando arriva a noi è arricchita di tutte le sostanze chimiche e i sali minerali che ha disciolto nella terra e nelle rocce attraverso le quali è passata.

L’acqua può infatti essere dura o leggera. Quella dura contiene calcio, magnesio e altri metalli disciolti, che spesso sono causa di problemi alle tubulazioni delle nostre case.

elementi
I principali elementi che possono esser incontrati nell’acqua terrestre.

Queste sostanze modificano la proprietà dell’acqua, ad esempio i sali contenuti nell’acqua del mare abbassano il punto di congelamento degli oceani.

L’acqua che beviamo solitamente è potabilizzata, cioè resa utile al consumo umano attraverso un procedimento che la libera da tutte le sostanze che la renderebbero sgradevole o nociva.

La nostra vita dipende dall’acqua

La maggior parte del nostro corpo è composto di acqua. E’ l’ingrediente principale del sangue, delle nostre cellule e rappresenta circa il 65% del nostro peso corporeo.

Questo si ripete, in proporzioni diverse, in tutti gli esseri viventi presenti sulla Terra.

L’acqua è indispensabile: bere acqua serve a mantenere sani i nostri organi e a sostituire i liquidi che perdiamo con la respirazione, il sudore e la digestione.

Come già detto sopra, l’acqua è un poderoso solvente chimico, in grado di facilitare l’unione di elementi diversi.

La vita si basa su processi molecolari, come la replicazione, che puó anche essere duplicata in solventi non acquosi. 

Ma anche per gli organismi più semplici, molte delle interazioni molecolari sono facilitate dall’acqua in un modo estremamente preciso. 

I ricercatori non hanno ancora trovato un “solvente” in grado di svolgere un ruolo comparabile al tipo di chimica altamente sofisticata che rende possibile la vita.

Siamo fatti per due terzi d’acqua, ma?

Dovremmo essere tutti mollicci, gonfi e goffi, vero? L’acqua gorgoglia nelle viscere, corre nelle vene, lubrifica il palato, le palpebre e le nostre articolazioni. Ma non è acqua come la possiamo vedere in bottiglia. Essa è legata in singole unità più piccole delle goccioline di una nebbia sottile. L’acqua riesce a “dialogare” con le molecole esterne, ha una capacità incredibile di modellare, e modellarsi, per servire allo scopo.

Insieme a precise sostanze si trasforma in sangue, lacrime, sudore, saliva etc etc…

Avete mai osservato che cosa brutta e avvizzita diventa una mela quando viene essiccata? Ma anche altri alimenti. Ecco come sarebbe la nostra carne se prosciugata dal fluido che riempie le sue cellule.


A parte la straordinaria capacità dell’acqua di dissolvere una vasta gamma di sostanze, si potrebbe credere che qualsiasi liquido possa svolgere il ruolo di solvente e agente di trasporto per i sistemi cellulari del corpo.

Il mezzo fluido all’interno di tutte le cellule viventi, chiamato citoplasma, è principalmente acqua. Ma con degli specifici ingredienti: proteine ​​e DNA, zuccheri, sali, acidi grassi, e ormoni.

Citoplasma

Come un vettore, potremmo credere che l’acqua faccia appena il lavoro di essere presente nel ciclo vitale.

E invece l’acqua svolge un ruolo attivo nella vita della cellula, nella misura in cui possiamo considerare l’acqua stessa come una specie di biomolecola, separando l’acqua dal resto non si avrebbe nessun tipo di vita, o almeno la vita che conosciamo come unica (per il momento) nell’universo.

Acqua come sistema di unione universale

Senza di essa, altre biomolecole non sarebbero solo bloccate e immobili, come balene spiaggiate, ma potrebbero non essere più realmente biomolecole, disfarsi o catturare e perdere la loro funzione biologica nel processo della vita.

Un bene comune

L’acqua merita rispetto e attenzione, ma sembra che l’essere umano non si sia ancora reso conto completamente di questo. Senza acqua non ci si lava, conoscete un altro liquido altrettanto valido? Rispondo io per voi: assolutamente no!

Nessun elemento può sostituire l’acqua per mantenere il nostro corpo in vita, per questo è urgente che l’umanità si mobiliti prima che cominci a scarseggiare, come già succede nei paesi del terzo mondo, uno scenario che diventerà globale, e non è una questione di “SE” ma di “QUANDO“.

Per Aspera ad Astra

Passione Astronomia consiglia...
  • Periodo di prova gratuito ad Amazon Kindle Unlimited grazie a Passione Astronomia clicca qui
  • Lo store astronomico clicca qui
Se vuoi sostenere il nostro lavoro puoi fare una donazione