Denominata DLA0817g, la galassia è vista come esisteva solo 1,5 miliardi di anni dopo il Big Bang. La scoperta grazie ad ALMA

Gli astronomi, utilizzando l’Atacama Large Millimeter / submillimeter (ALMA), hanno trovato prove della galassia a disco rotante più distante mai rilevata. Denominata DLA0817g, la galassia è vista come esisteva solo 1,5 miliardi di anni dopo il Big Bang. DLA0817g è stata soprannominata il disco di Wolfe (Wolfe Disk) in onore dell’astronomo Arthur M. Wolfe.

Mentre studi precedenti hanno accennato all’esistenza di queste galassie di dischi ricchi di gas a rotazione primordiali, grazie ad ALMA, ora abbiamo prove inequivocabili che esistevano già 1,5 miliardi di anni dopo il Big Bang“, ha detto la dott.ssa Marcel Neeleman, astronomo presso il Max Planck Institute for Astronomy.

DLA0817g
Rappresentazione artistica di DLA0817g, un’enorme galassia a dischi rotanti nell’universo primordiale. 
La galassia fu inizialmente scoperta quando ALMA esaminò la luce da un quasar più distante (in alto a sinistra). Credit: NRAO / AUI / NSF / S. Dagnello

Altri telescopi decisivi

Il Dr. Neeleman ed il suo team hanno scoperto che DLA0817g ruota con una velocità di circa 272 km al secondo, simile alla nostra Via Lattea. Gli astronomi hanno anche usato Karl G. Jansky Very Large Array (VLA) di NSF e il telescopio spaziale Hubble della NASA / ESA per saperne di più sulla formazione stellare nella galassia. “Il tasso di formazione stellare nel disco di Wolfe è almeno 10 volte superiore rispetto alla nostra galassia“, ha dichiarato il dott. J. Xavier Prochaska, astronomo dell’Università della California, Santa Cruz. “Deve essere una delle galassie a disco più produttive nell’Universo primordiale.”

Immagine radio ALMA di DLA0817g (Wolfe Disk), vista quando l’Universo aveva solo il 10% della sua età attuale. Credit: ALMA / ESO / NAOJ / NRAO / M. Neeleman / AUI / NSF / S. Dagnello

La scoperta del DLA0817g rappresenta una sfida per molte simulazioni di formazione di galassie: prevedono che le galassie massicce nell’Universo primordiale crescessero attraverso molte fusioni di piccole galassie e grumi di gas caldi. “La maggior parte delle galassie che troviamo nelle prime fasi dell’Universo assomigliano a relitti di treni perché sono stati sottoposti a una fusione spesso violenta“, ha affermato il Dr. Neeleman.

Considerazioni finali

Queste fusioni a caldo rendono difficile formare dischi ben ordinati, rotanti a freddo, come osserviamo nel nostro attuale Universo.” Nella maggior parte degli scenari di formazione di galassie, esse iniziano a mostrare un disco ben formato solo circa 6 miliardi di anni dopo il Big Bang. Il fatto che il team abbia trovato una tale galassia a disco rotante, quando l’Universo era solo al 10% della sua era attuale, indica che ci sono stati altri processi di crescita.

Pensiamo che il disco Wolfe sia cresciuto principalmente attraverso l’accumulo costante di gas freddo. Tuttavia, una delle domande che rimane è come assemblare una massa di gas così grande mantenendo un disco rotante relativamente stabile“, ha detto il dott. Prochaska.

Riferimenti:

Passione Astronomia consiglia...
  • Periodo di prova gratuito ad Amazon Kindle Unlimited grazie a Passione Astronomia clicca qui
  • Lo store astronomico clicca qui
Se vuoi sostenere il nostro lavoro puoi fare una donazione