I meteoriti ci aiutano a svelare i segreti della nascita del sistema solare. Ecco come.

I meteoriti di ferro sono resti dei nuclei metallici dei primi asteroidi del nostro sistema solare. Contengono metalli refrattari, come iridio e platino, che si sono formati vicino al sole ma sono stati trasportati nel sistema solare esterno. Nuove ricerche dimostrano che, affinché ciò sia accaduto, il disco protoplanetario del nostro sistema solare avrebbe dovuto avere una forma a ciambella, poiché i metalli refrattari non avrebbero potuto attraversare le grandi fessure di un disco formato da anelli concentrici. Lo studio suggerisce che i metalli refrattari si siano spostati verso l’esterno man mano che il disco protoplanetario si espandeva rapidamente e siano rimasti intrappolati nel sistema solare esterno.

Advertisement
Banner Plus

Cosa ci dicono questi meteoriti

Credit: UCLA

Quattro miliardi e mezzo di anni fa, il nostro sistema solare era una nube di gas e polvere che turbinava attorno al sole, finché il gas non iniziò a condensarsi e ad accumularsi insieme alla polvere per formare asteroidi e pianeti. Che aspetto aveva questo vivaio cosmico? Gli astronomi possono usare i telescopi per “vedere” i dischi protoplanetari molto lontani dal nostro sistema solare, ma è impossibile osservare come poteva apparire il nostro nella sua infanzia: solo un alieno a miliardi di anni luce di distanza sarebbe in grado di vederlo com’era una volta.

Gli indizi nello spazio

Fortunatamente, lo spazio ha lasciato qualche indizio: frammenti di oggetti che si sono formati all’inizio della storia del sistema solare e sono precipitati nell’atmosfera terrestre, chiamati meteoriti. La composizione dei meteoriti racconta storie sulla nascita del sistema solare, ma queste storie spesso sollevano più domande che risposte.

Cosa dice il nuovo studio

Un team di scienziati dell’UCLA ha scoperto che i metalli refrattari, che si condensano ad alte temperature, come l’iridio e il platino, erano più abbondanti nei meteoriti formati nel disco esterno, che era freddo e lontano dal sole. La maggior parte dei meteoriti si è formata nei primi milioni di anni di storia del sistema solare. Alcuni, chiamati condriti, sono conglomerati di grani e polvere rimasti dalla formazione dei pianeti. Altri meteoriti hanno sperimentato abbastanza calore da fondersi mentre i loro asteroidi “genitori” si stavano formando. Quando questi asteroidi si sono fusi, la parte di silicato e quella metallica si sono separate a causa della loro differenza di densità, in modo simile a come l’acqua e il petrolio non si mescolano.

I meteoriti oggi

Oggi, la maggior parte degli asteroidi si trova in una spessa fascia tra Marte e Giove. Gli scienziati pensano che la gravità di Giove abbia interrotto il percorso di questi asteroidi, facendo sì che molti di loro si scontrassero tra loro e si rompessero. Quando pezzi di questi asteroidi cadono sulla Terra e vengono recuperati, vengono chiamati meteoriti.

Fonte