Ecco come funziona il sesso nello spazio, tra microgravità e disfunzione erettile.

Come funziona il sesso nello spazio? Per quanto ne sappiamo, non è mai avvenuto. Sappiamo che almeno una coppia sposata è stata nello spazio nello stesso periodo. Gli astronauti Mark Lee e Jan Davis si incontrarono durante l’addestramento per la STS-47, una missione a bordo dello Space Shuttle Endeavour nel 1992. Si sposarono segretamente prima del lancio e quando la NASA lo scoprì era troppo tardi per entrambi per essere sostituiti. Da allora l’agenzia spaziale ha cambiato le sue politiche per impedire alle coppie sposate di volare insieme. Ma torniamo al sesso vero e proprio.

Advertisement
Advertisement

La microgravità

Gli attori Jennifer Lawrence e Chris Pratt in una scena di Passengers

Il primo e più ovvio ostacolo al sesso nello spazio è la microgravità. Più tempo trascorriamo nello spazio, più ci rendiamo conto di quanto diamo per scontata la gravità. Tutto, dal modo in cui le piante si sviluppano al modo in cui funzionano i nostri occhi, è influenzato dalla quantità di influenza gravitazionale presente nell’ambiente. Ci siamo evoluti in un ambiente in cui l’influenza gravitazionale è più o meno statica e le cose diventano un po’ strane quando ci allontaniamo dal pianeta.

Advertisement

Un amore acrobatico

Non siamo veramente sicuri di come sarebbe fare sesso nello spazio, ma si potrebbe ipotizzare che un ambiente di microgravità introdurrebbe un elemento acrobatico nel fare l’amore che, come minimo, complicherebbe le cose. Potremmo aver bisogno di aggiungere alcuni capitoli spaziali al Kamasutra se vogliamo che il sesso nello spazio sia non solo possibile, ma anche piacevole.

Advertisement

Il problema dei fluidi

Ci tocca parlare di fluidi. Il sesso tende a essere un bel dispendio di energie (se lo fai bene) e questo può essere problematico nello spazio. Ci sono i fluidi prodotti durante l’atto sessuale umano che dovranno essere contenuti per evitare di innescare un problema elettrico ma molto pericoloso sull’astronave. Sulla Terra, le goccioline di sudore cadono sul materasso, ma nello spazio si accumulano e vanno alla deriva in una raccolta di piccole sfere salate. Anche se non si tratta di qualcosa di pericoloso, quando avrai finito dovrai comunque guadare una nebbia fluttuante che hai creato tu stesso.

Advertisement

Gravidanza e disfunzione erettile

Anche se il sesso spaziale può sembrare desiderabile, le gravidanze spaziali probabilmente non lo sono. Il problema è che, notoriamente, uno precede l’altro: non appena esiste l’opportunità di fare sesso in orbita, esiste anche la possibilità di un concepimento fuori dalla Terra. Studi su microrganismi hanno identificato alcuni comportamenti di sviluppo insoliti negli embrioni che crescono in condizioni di microgravità. Sembra che il processo di costruzione di un organismo si basi sulla presenza della gravità in modi che non comprendiamo ancora del tutto.

E questo prima ancora di tenere conto degli effetti dannosi delle radiazioni nello spazio. Non si può dire quale impatto potrebbe avere la microgravità su un feto in via di sviluppo. Detto questo, una gravidanza nello spazio potrebbe non essere un grosso problema, ma potremmo avere difficoltà a concepire nello spazio. Uno studio recente ha scoperto che l’esposizione prolungata all’assenza di gravità e alle radiazioni spaziali provoca disfunzioni neurovascolari ed erettili.

Fonte