Altro record per Solar Orbiter: ecco un’immagine del Sole composta da oltre 83 milioni di pixel ovvero la più alta risoluzione dell’intero disco solare e della corona mai ottenuta

Il Sole visto da Solar Orbiter nell’ultravioletto ‘estremo’ da una distanza di circa 75 milioni di chilometri. L’immagine, in realtà, è un mosaico di 25 singole immagini scattate il 7 marzo dal telescopio ad alta risoluzione dello strumento Extreme Ultraviolet Imager (EUI). Scattata a una lunghezza d’onda di 17 nanometri, nell’estrema regione ultravioletta dello spettro elettromagnetico, questa immagine rivela l’atmosfera superiore del Sole, la corona, che ha una temperatura di circa un milione di gradi Celsius. In totale, l’immagine finale contiene più di 83 milioni di pixel (in una griglia di 9148 x 9112 pixel), il che la rende l’immagine con la più alta risoluzione dell’intero disco solare e dell’atmosfera esterna, la corona, mai scattata. Nella seguente strepitosa immagine trovate anche la nostra Terra per confronto posizionata a ore 2.

Advertisement
Sole
Il Sole. Credit: ESA e NASA/Team Solar Orbiter/EUI; Elaborazione dati: E. Kraaikamp (ROB)

Approfittiamone per fare un breve approfondimento sulla nostra stella. Dovete sapere che il Sole è classificato come una nana gialla. La sua superficie raggiunge una temperatura di oltre 5500 gradi Celsius ed ha una massa complessiva di 2×1030 kg. Da solo, il Sole copre il 99,86% della massa dell’intero sistema solare. È composto principalmente da idrogeno (ben il 74% della sua massa e il 92,1% del suo volume) ed elio (più o meno il 25% della massa e il 7,8% del volume). Come molte altre stelle, il Sole orbita attorno al centro della nostra galassia ad una distanza di 26mila anni luce. Per fare un giro completo impiega addirittura tra i 225 e i 250 milioni di anni! Di recente, invece, la Parker Solar Probe è stata la sonda che si è avvicinata più di chiunque altro alla nostra stella. Ne abbiamo parlato qui.

Advertisement

Fonte: ESA

Advertisement
Advertisement