Spoiler: i continenti della Terra si muovono! Il passato ed il futuro della masse continentali in un video mozzafiato

Le masse continentali della Terra non sono sempre state quelle di oggi. I continenti si sono formati quando le placche del nostro Pianeta si sono spostate e si sono scontrate per lunghi periodi di tempo. Il seguente video mostra come si pensa che i continenti di oggi si siano evoluti negli ultimi 600 milioni di anni e dove finiranno nei prossimi 100 milioni di anni. Buona visione!

È nato il canale WhatsApp di Passione Astronomia! Iscriviti per ricevere tutti i nostri aggiornamenti

Qualche info sul nostro Pianeta

Con un raggio di 6.371 chilometri, la Terra è il più grande dei pianeti terrestri ed il quinto più grande in assoluto del sistema solare. La Terra è esattamente ad un’unità astronomica (150 milioni di chilometri) dal Sole e questa unità è definita proprio come la distanza Terra-Sole. Ci vogliono circa otto minuti affinché la luce del Sole, viaggiando a circa 300.000 km/s, raggiunga il nostro pianeta. Quando il sistema solare si stabilì nella sua configurazione attuale, circa 4,5 miliardi di anni fa, la Terra si formò grazie alla gravità che aggregò gas e polvere. Come gli altri pianeti terrestri, il nostro pianeta ha un nucleo centrale, un mantello roccioso e una solida crosta.

Terra Luna
Credit: NASA

Struttura interna della Terra

La Terra è composta da quattro strati principali, che iniziano con un nucleo interno al centro del pianeta, avvolto dal nucleo esterno, dal mantello e dalla crosta. Il nucleo interno è una sfera solida con un raggio di 1.221 chilometri composta da ferro e nichel. Lì la temperatura raggiunge i 5.400 gradi Celsius. Intorno al nucleo interno, c’è il nucleo esterno. Questo strato ha uno spessore di circa 2.300 chilometri e si compone di fluidi di ferro e nichel. Tra il nucleo esterno e la crosta si trova il mantello, lo strato più spesso. Questa miscela calda e viscosa di roccia fusa ha uno spessore di circa 2.900 chilometri e ha la consistenza del caramello. Lo strato più esterno, la crosta terrestre, si estende in media per circa 30 chilometri. Sul fondo degli oceani, la crosta è più sottile e si sviluppa per circa 5 chilometri fino alla cima del mantello.

Fonte, immagine di copertina credi Ron Blakey, Professor of Geology, Northern Arizona University