Marte è stato scosso dal terremoto più forte mai registrato, nel 2022. Ora sappiamo cosa lo ha causato.

Secondo un nuovo studio, il più forte terremoto mai registrato su Marte non sarebbe avvenuto a causa di un asteroide, ma per i movimenti tettonici all’interno del pianeta rosso. Le nuove scoperte mostrano che Marte è più attivo di quanto si pensasse in precedenza. Il 4 maggio 2022 il lander InSight della NASA ha registrato un terremoto di magnitudo 4.7, cinque volte più forte del precedente detentore del record (4.2) misurato nel 2021. A differenza della maggior parte dei “martemoti”, i riverberi di questo terremoto sono durati per ben sei ore, segnando il terremoto più forte e lungo mai registrato su un altro pianeta.

Le cause

Dopo l’atterraggio a Elysium Planitia nel novembre 2018, Insight ha rilevato oltre 1.300 martemoti, almeno otto dei quali causati dall’impatto di asteroidi. Il segnale del massiccio terremoto del maggio 2022, misurato da un sismometro a bordo del lander, era simile ad altri causati dall’impatto di asteroidi. Gli scienziati hanno iniziato a cercare un cratere largo 300 metri, che però non è mai stato trovato. Ecco perché, dopo mesi di ricerche, gli scienziati hanno concluso che il terremoto fosse di origine tettonica.

A differenza della Terra, Marte è troppo piccolo e freddo per ospitare processi tettonici. Le placche tettoniche della Terra sono rocce massicce e di forma irregolare i cui confini sono sepolti sotto gli oceani. Si muovono in risposta alle forze del mantello (lo strato tra la crosta e il nucleo) e di solito provocano frane e terremoti. La superficie di Marte, tuttavia, non è come quella della Terra. Secondo il nuovo studio, il terremoto rilevato da InSight è stato probabilmente causato dal movimento all’interno della crosta di Marte, che si è formata a causa del raffreddamento e del restringimento di varie parti del pianeta a velocità diverse.

Riferimenti: Space.com