Scopriamo questi fenomeni atmosferici che si generano in determinate condizioni. Ecco i fulmini

A cura di Antonio D’Anna

Il fulmine, fenomeno atmosferico, assai affascinante e pericoloso, è legato all’elettricità atmosferica che consiste in una scarica elettrica di grandi dimensioni che si instaura fra due corpi con elevata differenza di potenziale elettrico. I fulmini inoltre reintegrano l’elettricità persa con la corrente di bel tempo. Nello specifico della differenza di potenziale sopracitata, la nube temporalesca si comporta come un dipolo elettrico con la carica positiva nella parte superiore e quella negativa nella parte inferiore. Dalla parte inferiore della nube si dirige verso il basso una corrente di ioni negativi attratti dalla carica positiva del suolo.

Fulmini

Ma come è composto un fulmine?

Ogni fulmine è composto:

– Dalla scarica guida;

– Dal lampo principale;

– Dalla scarica guida veloce;

– Dal lampo secondario.

Dalla nube parte la scarica guida, poi a 50-100 m dal suolo parte il lampo principale che sale verso la nube portando con sé le cariche positive in eccesso. Dopo una breve pausa dalla nube, parte la scarica guida veloce, seguita dal lampo secondario. L’atmosfera si surriscalda dando luogo al fragore del tuono.

Esistono vari tipi di fulmini, detti anche saette: a linea, di ritorno, a razzo, diffusi, a perla, superficiali… I più caratteristici sono:

I fuochi di Sant’Elmo che sono generati dalle forze elettriche in condizioni di bel tempo ed in assenza di nubi temporalesche.

I fuochi di Sant’Elmo

I fulmini globulari, bizzarri e molto rari, che sono simili a palle vaganti e si manifestano in presenza di nubi temporalesche.

I fulmini globulari

Come difendersi dai fulmini?!?

– Non praticare gli sport e le attività all’aperto;

– Evitare di tuffarsi in acqua;

– Non ripararsi mai sotto gli alberi, specie se sono in terreno aperto;

– Non sostare in prossimità dei corpi che terminano a punta;

– Stare alla larga da costruzioni metalliche e posare a terra eventuali oggetti metallici indossati;

– Non usare il telefono via filo;

– Spegnere gli apparecchi televisivi muniti di antenna esterna;

– L’auto è un riparo dai fulmini purché non si tocchino le parti metalliche.

Articolo dal Dott. Geologo Antonio D’Anna  https://www.facebook.com/antonio.n.danna

Passione Astronomia consiglia...
  • Periodo di prova gratuito ad Amazon Kindle Unlimited grazie a Passione Astronomia clicca qui
  • Lo store astronomico clicca qui
Se vuoi sostenere il nostro lavoro puoi fare una donazione