Situata nella galassia nana di Kinman a 75 milioni di anni luce dalla Terra, questa stella massiccia è scomparsa dalla vista degli scienziati

Usando il VLT (Very Large Telescope) alcuni astronomi si sono accorti l’assenza di una stella massiccia instabile in una galassia nana. Le spiegazioni potrebbero essere molteplici: un calo di luminosità, oscuramento dovuto a polveri o collasso in un buco nero senza produrre una supernova.

Stella massiccia
Questa rappresentazione artistica mostra come potrebbe essere apparsa la variabile blu luminosa nella galassia nana di Kinman prima della misteriosa scomparsa.
Credit: ESO/L. Calçada

Studi precedenti

La stella massiccia si trova nella galassia nana di Kinman ed è stata studiata tra il 2001 ed il 2011. Puntando il VLT dell’ESO nel 2019, gli scienziati si sono accorti che la stella era misteriosamente sparita.

Immagine della galassia nana di Kinman. Credit: NASA, ESA/Hubble, J. Andrews

La stella massiccia

La galassia nana Kinman si trova a circa 75 milioni di anni luce nella costellazione dell’Acquario e le singole stelle non sono risolvibile ma si possono rilevare indizi della presenza di alcune di esse. Dal 2001 al 2011, era presente una stella “variabile blu luminosa” (o variabile S Doradus) circa 2,5 milioni di volte più luminosa del Sole. Le stelle di questo tipo sono instabili e mostrano occasionalmente cambiamenti nello spettro e nella luminosità (ma lasciano comunque tracce talvolta). Dopo l’osservazione del 2019, gli scienziati sono rimasti senza parole vista la sua assenza.

Panoramica della regione di cielo in cui si trova la galassia nana di Kinman.
Credit: ESO/Digitized Sky Survey 2

Dati precedenti decisivi

I vecchi dati indicavano che la stella nella galassia nana Kinman si trovava in un periodo di forte espulsione di materia che probabilmente si è concluso qualche tempo dopo il 2011.

Zoom sulla galassia nana di Kinman

Spiegazioni possibili

Gli astronomi hanno suggerito due spiegazioni per la scomparsa della stella e la mancanza di una supernova. L’espulsione di materia potrebbe aver comportato la trasformazione della variabile blu luminosa in una stella meno luminosa, che potrebbe anche essere parzialmente nascosta dalla polvere. In alternativa, l’equipe afferma che la stella potrebbe essere collassata direttamente in un buco nero, senza produrre un’esplosione di supernova (sarebbe un evento raro). Ulteriori studi ed osservazioni potrebbero svelare il mistero celato dietro la “scomparsa” di questa stella.

Riferimenti:

Passione Astronomia consiglia...
  • Periodo di prova gratuito ad Amazon Kindle Unlimited grazie a Passione Astronomia clicca qui
  • Lo store astronomico clicca qui

Passione Astronomia partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it