Una notizia importante per quanto concerne le onde gravitazionali e la conoscenza dell’Universo

Di Umberto Battino

E’ notizia poche ore fa. I rivelatori di onde gravitazionali LIGO e VIRGO hanno appena annunciato di aver rilevato (in data 12 Aprile alle 7:30 di mattina italiane) il primo segnale in assoluto della fusione di due buchi neri di massa molto diversa (30 e 8 masse solari).

Perché è importante?

Si tratta innanzitutto di un dato prezioso per poter descrivere con crescente precisione quali sono le masse tipiche dei buchi neri in un sistema binario, dicendoci in particolare che la popolazione di sistemi binari di buchi neri include componenti di massa anche molto diversa tra di loro. Inoltre, si tratta di una ulteriore, ennesima, conferma della Relatività Generale. Essa infatti predice che, nel caso della fusione di buchi neri aventi massa simile, l’emissione di onde gravitazionali avvenga nella quasi totalità a una frequenza dominante. Ma se i due buchi neri hanno masse molto diverse, allora si dovrebbero osservare anche altre frequenze sub-dominanti. E tutto ciò è stato, per la prima volta, osservato e quindi confermato!

Ecco come vengono rilevate le onde gravitazionali

Un’importanza assoluta

Non solo. La grande differenza di massa tra i due buchi neri, ha anche permesso di rilevare il contributo nel segnale della rotazione sul proprio asse del buco nero più massiccio. Ciò a permesso di quantificarne la rotazione, e rappresenta la misurazione più precisa della rotazione di un singolo buco nero ottenuta tramite la rilevazione di onde gravitazionali fino ad oggi. Man mano che continuiamo ad aumentare la sensibilità dei nostri rilevatori e il tempo dedicato alle osservazioni, avremo un quadro sempre più completo riguardo la popolazione di sistemi binari di buchi neri.

Articolo redatto dall’astrofisico Umberto Battino https://www.facebook.com/umbybattino

Per approfondire:

Riferimenti:

Passione Astronomia consiglia...
  • Periodo di prova gratuito ad Amazon Kindle Unlimited grazie a Passione Astronomia clicca qui
  • Lo store astronomico clicca qui
Se vuoi sostenere il nostro lavoro puoi fare una donazione