Grazie all’osservatorio ALMA sono state osservate increspature nel disco della più antica galassia a spirale conosciuta.

Grazie all’Atacama Large Millimeter/submillimeter Array (ALMA) e a un team di scienziati guidati dal dottor Takafumi Tsukui sono state osservate increspature di tipo sismico dell’antico disco galattico di BRI 1335-0417, nella più antica galassia a spirale conosciuta con oltre 12 miliardi di anni. Questa osservazione senza precedenti rivela i modelli di crescita dinamica della galassia, mostrando un movimento del disco oscillante verticalmente simile alle increspature su uno stagno prodotte dalle onde sismiche. Lo studio, recentemente pubblicato nel Monthly Notice della Royal Astronomical Society, segna la prima volta che tali fenomeni vengono rilevati in una galassia primordiale.

Galassia a spirale
La simulazione di Bland-Hawthorn e Tepper-Garcia illustra un disco di galassia disturbato, che porta alla propagazione di un’increspatura sismica in tutto il disco. Credit: Bland-Hawthorn e Tepper-Garcia, Università di Sydney.

Movimenti sismici

Questo movimento potrebbe derivare da influenze esterne come gas in entrata o interazioni con galassie più piccole, entrambe cruciali per la formazione stellare. La ricerca ha anche svelato una struttura a barra all’interno della galassia, la più distante del suo genere mai osservata, che svolge un ruolo significativo nel trasporto del gas al centro della galassia.

Il rapido tasso di formazione stellare della BRI 1335-0417 è alcune centinaia di volte più veloce rispetto a quello delle galassie moderne come la Via Lattea. Comprendere i meccanismi alla base di questo rapido ritmo è fondamentale, soprattutto perché le strutture a spirale negli universi primordiali sono rare e la loro formazione rimane un mistero.

La configurazione unica di 66 antenne di ALMA è stata determinante in questa scoperta, offrendo una visione dettagliata di una galassia distante miliardi di anni luce, fornendo un’istantanea dell’Universo quando aveva solo il 10% della sua età attuale.

Se sei arrivato fin qui è perché hai ritenuto il nostro articolo degno di essere letto fino alla fine. Da sempre Passione Astronomia prova a costruire, attraverso la divulgazione scientifica, una comunità di persone più informate e consapevoli. È anche il motivo per cui abbiamo deciso di scrivere un libro dedicato all’astronomia. È scritto in modo chiaro e semplice, proprio perché per noi la divulgazione deve essere accessibile a tutti. Lo trovi qui.

Fonte: ALMA, Royal Astronomical Society