I dati mostrano che la temperatura globale dell’aria, il 17 novembre 2023, ha raggiunto 2,07°C al di sopra della media preindustriale (misurata tra il 1850 e il 1900 prima dell’uso estensivo dei combustibili fossili)

La Terra ha superato la soglia critica di riscaldamento lo scorso fine settimana. Secondo i dati di ERA5, la rianalisi di quinta generazione del Centro europeo per le previsioni meteorologiche a medio termine (ECMWF) del clima globale dal 1940 a oggi, il 17 novembre 2023 è stato il primo giorno in cui la temperatura globale ha superato i 2°C rispetto ai livelli medi pre-industriali. Questi ultimi dati mettono in risalto l’aumento delle temperature della Terra in vista della COP28, che inizierà a Dubai, negli Emirati Arabi Uniti, il 30 novembre. 

Diamo uno sguardo più da vicino a cosa mostrano i dati ERA5

I dati ERA5 indicano che la temperatura globale dell’aria il 17 novembre ha raggiunto 2,07°C al di sopra della media preindustriale, una temperatura media misurata tra il 1850 e il 1900 prima dell’uso estensivo dei combustibili fossili. Inoltre, i dati provvisori per il 18 novembre indicano un’anomalia della temperatura pari a 2,06°C sopra il livello preindustriale. I dati ERA5 rivelano inoltre che, il 17 novembre, la temperatura globale dell’aria era di 1,17°C superiore alla media del periodo di riferimento 1991-2020. Queste anomalie record fanno sì che novembre 2023 diventi probabilmente il novembre più caldo mai registrato. Questi dati preliminari sulla temperatura dell’aria vengono rilasciati nell’ambito di ERA5T, dove i dati ERA5 vengono pre-pubblicati con una latenza massima di 5 giorni. Questi dati saranno ora sottoposti a verifica prima di essere rilasciati nella versione finale del set di dati ERA5 dopo il periodo di controllo qualità standard di 2-3 mesi.

Termperatura
Anomalia giornaliera della temperatura globale dell’aria per il periodo 1940-2023 con riferimento al periodo preindustriale 1850-1900. Credit: C3S/ECMWF

Controllare l’aumento delle temperature

C3S ha sviluppato un’app  per aiutarci a tenere traccia delle temperature globali e del loro aumento verso un riscaldamento globale di 1,5°C. Questa applicazione monitora l’evoluzione della temperatura dell’aria negli ultimi decenni fino ad oggi e utilizza un modello semplice (con un trend lineare di 30 anni) per stimare il livello di riscaldamento globale.

Fonte