NASA ed ESA hanno instaurato una rivoluzionaria partnership per riportare i primi campioni sulla Terra da un altro pianeta. Il tutto con vari rover sulla superficie di Marte

La NASA è ora pronta a intraprendere la sua campagna Mars Sample Return (MSR) per portare campioni incontaminati da Marte sulla Terra per studi scientifici. L’agenzia ha istituito il MSR Independent Review Board (IRB) per valutare i suoi primi concetti per una rivoluzionaria partnership internazionale con l’ESA (Agenzia spaziale europea) per riportare i primi campioni da un altro pianeta. Dopo un esame dell’ambizioso piano dell’agenzia Mars Sample Return, il rapporto del consiglio conclude che la NASA è pronta per la campagna, basandosi su decenni di progressi scientifici e progressi tecnici nell’esplorazione di Marte.

Marte
Questa illustrazione mostra un concetto di come il Mars Ascent Vehicle della NASA, che trasporta tubi contenenti campioni di roccia e suolo, potrebbe essere lanciato dalla superficie di Marte in una fase della missione di ritorno del campione. Crediti: NASA / JPL-Caltech

La campagna MSR

La campagna MSR richiederà tre veicoli spaziali avanzati. Il primo, il rover Mars 2020 Perseverance della NASA , è più che a metà strada da Marte dopo il lancio a luglio. Aboard Perseverance è un sofisticato sistema con una punta di carotaggio e tubi di campionamento. 

Perseverance e Ingenuity
Perseverance e Ingenuity. Credit: NASA/JPL

Una volta su Marte, Perseverance mira a memorizzare campioni di roccia nei suoi tubi di raccolta. Quindi ne lascerebbe alcuni sulla superficie marziana per un rover “fetch” fornito dall’ESA che sarà utilizzato per raccogliere e consegnare a un Mars Ascent Vehicle fornito dalla NASA, che poi lancerebbe i campioni in orbita attorno a Marte. Un Earth Return Orbiter fornito dall’ESA si incontrerà quindi con i campioni in orbita attorno a Marte e li porterà in una capsula di contenimento altamente sicura per il ritorno sulla Terra negli anni 2030.

Marte
Marte, il pianeta rosso. Credit: NASA

La restituzione del campione è una priorità assoluta del sondaggio decennale delle scienze planetarie delle National Academies per il periodo 2013-2022 e la NASA ha lavorato per maturare le capacità critiche e il concetto generale di MSR negli ultimi tre anni. Il consiglio ha riconosciuto la cooperazione di lunga data tra la NASA e l’ESA nell’esplorazione spaziale umana e robotica come una risorsa per la robusta campagna e ha elogiato l’analisi precoce e approfondita di entrambe le agenzie degli approcci di implementazione della MSR per informare circa la pianificazione e lo sviluppo futuro.

Riferimenti:

Passione Astronomia consiglia...
  • Periodo di prova gratuito ad Amazon Kindle Unlimited grazie a Passione Astronomia clicca qui
  • Lo store astronomico clicca qui
Se vuoi sostenere il nostro lavoro puoi fare una donazione