Se nello spazio nessuno può sentirti urlare, come hanno fatto queste sonde della NASA a registrare il ‘canto’ della Terra? Ecco la risposta

Sospesa nell’oscurità del cosmo, la Terra canta letteralmente. Si tratta di suoni è prodotti da onde radio a frequenza molto bassa generate da fulmini o elettroni eccitati che sfrecciano attraverso le cinture di Van Allen, due fasce di radiazioni che circondano il nostro pianeta. Mentre gli scienziati hanno rilevato da tempo questo inquietante suono planetario, di recente è stato registrato dalle sonde gemelle Van Allen della NASA. Ecco il video con questa rara registrazione.

Che rumore fa la Terra?

Le fasce di Van Allen sono regioni di particelle cariche che sono intrappolate dal campo magnetico della Terra. Sono chiamate così in onore di James Van Allen, lo scienziato che le ha scoperte nel 1958. Queste fasce consistono principalmente di protoni e elettroni ad alta energia, catturati dal campo magnetico terrestre e trattenuti in orbite attorno al nostro pianeta.

Cosa sono le fasce di Van Allen

Le fasce di Van Allen sono due: la fascia interna e quella esterna. La fascia interna si estende da circa 1.000 a 6.000 chilometri sopra la superficie terrestre, mentre la fascia esterna si estende da circa 13.000 a 60.000 chilometri sopra la Terra. Queste fasce sono importanti per la protezione della Terra dalle radiazioni cosmiche, ma possono anche influenzare le attività spaziali, come i satelliti in orbita intorno al nostro pianeta.

Cosa sono le radiazioni cosmiche?

Le radiazioni cosmiche sono particelle ad alta energia provenienti dallo spazio esterno, principalmente dal Sole, ma anche da altre fonti cosmiche come le supernove, i buchi neri e le galassie attive. Queste particelle possono includere protoni, elettroni, neutroni, raggi gamma e altri nuclei atomici.

Le radiazioni cosmiche sono costantemente presenti nello spazio e interagiscono con l’atmosfera terrestre e con gli oggetti nello spazio, come i satelliti e le navicelle spaziali. Quando queste particelle attraversano l’atmosfera, possono causare ionizzazione delle molecole atmosferiche e generare radiazioni secondarie, come i raggi cosmici secondari.

Fonte