Tra le tante peculiarità di Giove, ne esiste una particolarmente affascinate: l’esistenza di un sistema di anelli

Alzando gli occhi al cielo sono tantissimi gli oggetti osservabili, ad occhio nudo appaiono come dei punti luminescenti ma alcuni di essi, che comunemente vengono ‘’confusi’’ con le miriadi di stelle esistenti, potrebbero essere invece pianeti! Ebbene, con l’aiuto di un telescopio ma anche già con un buon binocolo, uno dei pianeti che da’ grandissime soddisfazioni osservandolo è Giove.

Rappresentazione 3D di Giove. Credit: NASA

Alcune peculiarità

Questo gigante gassoso è il 5 pianeta del Sistema Solare ed è anche il più grande (142.984 kilometri di diametro), tanto che la Terra potrebbe starci ‘’dentro’’ ben 11 volte. La sua atmosfera è composta da idrogeno ed elio in cui fluttuano fredde nuvole di ammoniaca ed acqua, di questo infatti sono formate le tante bande e vortici che possiamo osservare. Il vortice piu grande, la Grande Macchia Rossa, è un’enorme tempesta di dimensioni addirittura piu’ grandi della nostra Terra che scatena la propria forza sul pianeta da centinaia di anni. Queste caratteristiche, oltre al fatto che Giove non possiede una superficie terrestre come la Terra, non permettono lo sviluppo della vita, almeno per come la conosciamo. Alcune delle sue lune pero’ (più di 75) possiedono oceani di acqua liquida al di sotto della loro crosta, il che le renderebbe ‘ospitali’ a forme di vita. Tante sono state le missioni inviate verso questo meraviglioso pianeta, che ha da sempre affascinato e sorpreso gli scienziati ( a partire dal 1610, quando Galileo scopri’ le prime lune non appartenenti alla Terra). Attualmente è in corso la missione Juno Orbiter della Nasa che ne sta studiando il campo magnetico.

Anelli di Giove
Ecco qui come appariva Giove visto dalla sonda Galileo durante un’eclissi solare. Che meraviglia!
Credit: NASA, JPL, Galileo Project, (NOAO), J. Burns (Cornell) et al.

La scoperta degli anelli

Ma una missione in particolare ci ha regalato una grandissima sorpresa, era il 1979 e la sonda Voyager 1 nota intorno a Giove un debole sistema di anelli, non cosi’ evidenti come quelli di Saturno ma ugualmente affascinanti. Un sottilissimo strato di polveri probabilmente formatosi in seguito all’impatto di meteoriti con le tante piccole lune presenti nelle vicinanze.

Riferimenti:

Passione Astronomia consiglia...
  • Periodo di prova gratuito ad Amazon Kindle Unlimited grazie a Passione Astronomia clicca qui
  • Lo store astronomico clicca qui

Passione Astronomia partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it