Secondo gli scienziati, i poli magnetici del Sole stanno per invertirsi come parte di un regolare ciclo di attività delle macchie solari di 11 anni

I poli del campo magnetico del Sole stanno svanendo. Niente panico: fa tutto parte del consueto ciclo di attività di 11 anni della nostra stella. Negli ultimi due anni, l’attività solare – misurata dal numero di macchie scure sulla faccia del Sole – è aumentata, con un cospicuo aumento delle eruzioni di radiazioni elettromagnetiche ed espulsioni di masse di plasma. Le tempeste solari hanno prodotto incredibili spettacoli di aurore boreali e australi in questo periodo. Questa intensa attività solare ha anche indebolito il campo magnetico del Sole, e di conseguenza i poli della nostra stella hanno quasi perso la loro carica. Con il passare del tempo, il campo magnetico si invertirà e poi si rafforzerà gradualmente man mano che l’attività solare svanisce, dicono gli scienziati.

Cosa sta succedendo al nostro Sole

Credit: NASA

“In questo momento sembra che i campi polari del Sole siano ben sincronizzati”, dice Lisa Upton, scienziata presso il Southwest Research Institute di Boulder, in Colorado. “Si stanno avvicinando molto allo zero, quindi stanno diventando molto, molto deboli, ma non abbiamo ancora raggiunto l’inversione di tendenza.”

Il punto più basso nel 2019

Un’inversione polare segnerebbe il punto medio di un processo iniziato intorno a dicembre 2019, quando il Sole era particolarmente “tranquillo”, con appena una macchia solare visibile dalla Terra. A questo punto, il campo magnetico della stella era organizzato come un dipolo relativamente ordinato, in cui un polo è carico positivamente e l’altro polo è carico negativamente.

Le differenze con il campo magnetico terrestre

Ma a differenza del campo magnetico terrestre o di quello di una barra magnetica, il magnetismo del Sole è irregolare e altamente fluido, anche durante la sua fase di calma. “Non è uniformemente positivo”, afferma Todd Hoeksema, uno scienziato dell’Università di Stanford. “È composto da un insieme di piccole regioni di flusso, la maggior parte delle quali hanno una polarità e non l’altra, ed è una specie di cosa dinamica: cambia con il passare del tempo, in un ciclo che dura 11 anni.”

Fonte