È la fossa delle Marianne, che raggiunge gli 11mila metri sotto al livello del mare, di recente superata da un pozzo artificiale in Russia di 12.262 metri.

Qual è il luogo più profondo della Terra? È una domanda che ci si potrebbe porre se si è appassionati di geologia, o semplicemente per fare bella figura insieme ai vostri amici. Ebbene, la più profonda depressione oceanica mai misurata è la fossa delle Marianne, che si trova nell’Oceano Pacifico e arriva a quasi 11mila metri sotto al livello del mare.

Se rivolto verso il centro della Terra, il monte Everest (8.848 metri sopra al livello del mare) sarebbe più basso rispetto alla fossa delle Marianne (10.920 metri sotto al livello del mare). Credit: La Repubblica/National Geographic

La fossa delle Marianne

La fossa deve il suo nome alle vicine Isole Marianne e il punto più profondo si chiama Abisso Challenger. Si tratta di una depressione compresa tra i 10.898 metri e i 10.994 metri sotto al livello del mare misurata per la prima volta nel 1872 dal battello oceanografico HMS Challenger. È il punto più profondo della Terra e dall’alto la fossa ha la forma di un arco lungo circa 2500 km. Si trova in corrispondenza di due placche tettoniche e più precisamente dove la placca del Pacifico incontra quella delle Filippine. Come in altre fosse sottomarine, qui ci sono anche molti vulcani sottomarini.

Le prime misurazioni vennero effettuate alla fine del 1800, ma fu solo nella seconda metà del Novecento che si riuscirono a misurare gli oltre 10mila metri di profondità grazie ai sonar. Questi rilevamenti venivano eseguiti misurando con un cronometro il ritorno del segnale al ricevitore. Ai tempi queste misurazioni venivano effettuate a mano e fu necessario applicare una correzione di circa 40 metri per determinarne la profondità. L’ultima misurazione della profondità della fossa delle Marianne risale al 2011, quando una nave idrografica calcolò i 10.994 metri sotto al livello del mare dell’abisso Challenger.

Tra l’altro negli anni Sessanta si raggiunse la profondità della fossa con il batiscafo Trieste, mentre il regista di “Titanic”, James Cameron divenne il terzo uomo a compiere una discesa in solitaria nel marzo del 2012.

La fossa delle Marianne

Il pozzo di Kola

In Russia esiste un vero e proprio accesso al centro della Terra. È il pozzo artificiale di Kola, a Murmansk, non lontano dal confine con la Norvegia. Si tratta del buco più profondo mai scavato dall’uomo e raggiunge circa i 12.262 metri sotto la superficie terrestre. Ci sono voluti oltre vent’anni per completarne la realizzazione. Inizialmente progettato “per arrivare più in profondità possibile”, fu utilizzato per studiare la temperatura e la composizione di rocce antiche 2,7 miliardi di anni. Pensate che gli scienziati rinunciarono a oltrepassare i 12mila metri perché a quella profondità la terra raggiunge una temperatura di circa 180 gradi Celsius. Quasi il doppio del calore che si aspettavano di trovare i ricercatori.

Riferimenti:

Passione Astronomia consiglia...
  • Periodo di prova gratuito ad Amazon Kindle Unlimited grazie a Passione Astronomia clicca qui
  • Lo store astronomico clicca qui

Passione Astronomia partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it