Secondo una nuova mappa della Via Lattea, la posizione del Sistema Solare è più vicina al centro galattico e, dunque, al buco supermassiccio Sagittarius A*

Secondo una nuova mappa della Via Lattea, la posizione del Sistema Solare è diversa da precedenti misurazioni. Non solo è più vicino al centro galattico, e al buco supermassiccio Sagittarius A* (Sgr A *), ma orbita anche ad una velocità maggiore. Non ci stiamo avvicinando al buco nero e non ci sono pericoli ma questo studio servirà per comprendere meglio la posizione nella nostra galassia, la Via Lattea.

Le distanze e il buco nero

Mappare in 3 dimensioni è estremamente complesso. La luminosità assoluta degli oggetti è possibile stabilirla proprio conoscendo la distanza effettiva (Betelgeuse nella Via Lattea si è rivelata più vicina alla Terra rispetto a misurazioni precedenti). VERA ci aiuterà!

Terra buco nero Via Lattea
Il centro galattico in onde radio. Credit: South African Radio Astronomy Observatory)

VERA

VERA sta per VLBI (Very Long Baseline Interferometry) Exploration of Radio Astrometry: riproduce un telescopio con un diametro di oltre 2000 km grazie a radiotelescopi in Giappone (funziona come l’Event Horizon Telescope, famoso per l’ombra del buco nero). VERA osserva le stelle per oltre un anno monitorando i cambiamenti della loro rispetto alle stelle che sono molto più lontane. Lo spostamento viene utilizzato per calcolare la distanza di una stella dalla Terra. Le misurazioni basate su VERA hanno portato la posizione del sistema solare a una distanza di soli 25.800 anni luce (contro i 27.700 precedenti). E anche la velocità orbitale del Sistema Solare è maggiore: 227 chilometri al secondo, piuttosto che la velocità ufficiale di 220 chilometri al secondo. VERA continua a fare osservazioni di oggetti nella Via Lattea e si unisce al progetto VLBI dell’Asia orientale. Ulteriori studi aiuteranno a studiare meglio la posizione della Terra rispetto a Sagittarius A*.

Fonte