Perché ci sono ancora le scimmie, se discendiamo dalle scimmie? E ancora: il Big Bang è stato creato da Dio? Ecco le risposte della scienza a 6 domande frequenti che riguardano la creazione.

Carl Sagan una volta disse: “Nella scienza capita spesso che qualcuno dica ‘hai ragione, ho sbagliato’, e magari cambi idea su un determinato argomento perché si rende conto che qualcun altro ha imboccato la strada giusta. Non succede tutte le volte che dovrebbe, ma gli scienziati sono umani e cambiare idea a volte è doloroso. Succede tutti i giorni. Non ricordo l’ultima volta che è successo qualcosa del genere in politica o nella religione”. Vi racconto questo aneddoto perché da giorni mi passa davanti questo post di Buzzfeed sul tema della creazione. È stato chiesto ad autorevoli scienziati cosa ne pensassero di Dio e dell’universo. Abbiamo raccolto le risposte alle domande più interessanti.

Credit: pixabay
  • L’universo è stato creato da Dio?

C’è questa falsa idea degli scienziati che non credono in Dio e si aspettano che prima o poi l’universo racconterà la sua storia completa, incluso da dove è uscito fuori e perché. Scherzi a parte: per quanto ne sappiamo, l’universo è enorme (un raggio di circa 46 miliardi di anni luce) con almeno 200 miliardi di galassie e circa 10^25 pianeti, solo nella parte di universo osservabile per noi. Ci sono circa 10^91 particelle nell’universo in questo momento, tutte create 13,8 miliardi di anni fa. Ma per quanto grandi siano questi numeri, sono finiti. Possiamo forse estrapolare informazioni sul Big Bang e anche qualcosina prima, ma la portata di ciò che è conoscibile, anche in linea teorica, è limitata.

  • Se Dio non ha creato tutto, come ha avuto origine il primo organismo unicellulare?

Questa è una domanda sulla creazione alla quale si può tranquillamente (e senza vergogna) rispondere “non lo so”. È vero: in questo momento non sappiamo come è nata la vita in questo mondo – è una delle domande più grandi di tutte – ma forse un giorno lo sapremo! Gli scienziati stanno lavorando su una domanda, in particolare: come si è passati dalla non vita alla vita, nell’universo? Spero di essere ancora in vita per quando risolveremo questo enigma.

  • Come spieghi un tramonto, se Dio non esiste?

È una buona domanda. Come potremmo spiegare un tramonto, in tutta la sua bellezza, senza fare appello al divino? In realtà è qualcosa che la scienza può spiegare in modo abbastanza chiaro, inclusi il moto delle stelle e dei pianeti, la differenza fra giorno e notte, la rotazione e rivoluzione terrestre, le stagioni. Ma anche i colori, la gradazione, gli effetti atmosferici e le illusioni visive che si verificano con il tramonto. Se non è meraviglia questo, cos’altro lo è?

Credit: Gianluca Lombardi, Istituto fotografico dell’ESO

Leggi pure: “Siamo soli nell’universo?”

  • La vita potrebbe essere stata creata altrove e portata sulla Terra da civiltà extraterrestri?

Domanda interessante sulla creazione e la risposta è: “sì, potrebbe essere andata proprio così”. Nelle galassie ci sono molecole organiche, quindi anche zuccheri, amminoacidi, idrocarburi. Troviamo il formiato di metile, ovvero la molecola che dona ai lamponi il loro profumo inconfondibile: tutto questo per dirvi che ci sono un gran numero di elementi costitutivi della vita, nell’universo. Se accettiamo questo, possiamo anche ipotizzare che alieni o altre forme di vita extraterrestri potrebbero essere esistite prima della vita sulla Terra.

  • Capitolo Big Bang: da dove salta fuori la stella che esplode all’inizio di tutto?

Quando si parla di “Big Bang” è naturale pensare a un’esplosione, vero? In realtà è una delle idee più sbagliate, a riguardo. Non c’era una stella primordiale che esplose, piuttosto una rapida espansione dello spazio stesso e un raffreddamento di tutta la materia e le radiazioni. Fu solo milioni di anni dopo il Big Bang che le prime stelle furono in grado di accendersi: ciò avvenne a causa del collasso gravitazionale della materia residua del Big Bang. Fu quando la più massiccia di loro esplose che l’universo si riempì di elementi pesanti. Dopo generazioni di stelle nate e morte in quel modo, c’erano abbastanza elementi per dare vita a pianeti rocciosi, molecole complesse e, infine, alla vita.

  • Perché ci sono ancora le scimmie, se discendiamo dalle scimmie?

Chiudiamo con una delle domande che ci fate più di frequente nei commenti. Si potrebbe pensare che l’evoluzione sia iniziata con organismi unicellulari che hanno poi dato origine a meduse, anfibi, rettili, mammiferi, primati e infine noi. Questo è vero, ma è più corretto dire che gli organismi unicellulari hanno dato origine a una gran varietà di discendenti, alcuni unicellulari e altri multicellulari. Quindi le scimmie che esistevano milioni di anni fa si sono evolute sia in scimmie moderne, che in quello che è poi diventato l’uomo.

Bene, per oggi è tutto amici, fateci le vostre domande nei commenti e cercheremo di rispondere nei prossimi articoli. A riveder le stelle!

Riferimenti: Big Think

Passione Astronomia partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it