Secondo una recente ricerca, l’orbita di Plutone sarebbe soggetta a perturbazioni caotiche e cambiamenti repentini. Ecco tutto quello che c’è da sapere.

Nel 1930 l’astronomo Clyde Tombaugh scoprì il leggendario “nono pianeta” (o pianeta X), mentre lavorava all’Osservatorio Lowell di Flagstaff, in Arizona. L’esistenza di questo nuovo corpo celeste era stata già prevista in precedenza a causa di perturbazioni osservate nell’orbita di Urano e Nettuno. Dopo molti dibattiti, questo nuovo oggetto cosmico venne chiamato Plutone: il nome fu proposto, pensate, da una giovanissima studentessa di Oxford.

L’orbita di Plutone. Credit: NASA

Cosa sta succedendo all’orbita di questo piccolo corpo celeste

Una delle prime cosa che si capì su Plutone, fu la natura della sua orbita, molto eccentrica e inclinata. Di certo non regolare come quella di altri pianeti. Secondo una nuova ricerca, tra l’altro, l’orbita di Plutone sarebbe relativamente stabile su scale temporali più lunghe, ma soggetta a cambiamenti repentini su scale temporali più brevi.

Il piccolo pianeta impiega 248 anni per fare un giro completo attorno al Sole. La sua orbita ellittica è inclinata di 17° rispetto al “piano” del sistema solare. Questo significa anche che trascorre 20 anni, durante ogni orbita, nei quali è molto più vicino al Sole che a Nettuno. E sarebbe stato proprio Nettuno, assieme all’altro gigante di ghiaccio, Urano, a influenzare l’orbita di Plutone.

Secondo gli scienziati, infatti, sarebbe stato Nettuno a trascinare Plutone in quella zona. In più, l’inclinazione orbitale di Plutone sarebbe strettamente legata alla sua oscillazione. In altre parole, durante la migrazione dei pianeti, molti oggetti transnettuniani sarebbero stati messi nelle condizioni in cui si trova Plutone adesso.

Non c’è dubbio che questa ricerca potrebbe portare alla scoperta di nuovi meccanismi dinamici che spieghino le orbite non solo di Plutone, ma anche degli altri corpi celesti che si trovano nel sistema solare esterno.

Riferimenti: https://www.universetoday.com/155433/plutos-orbit-is-surprisingly-unstable/

Passione Astronomia partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it