Il lander Insight della NASA ha scoperto lo straordinario impatto di un meteoroide su Marte. Ecco cosa sappiamo a riguardo.

Questa animazione della NASA mostra un cratere da impatto su Marte. Credit: NASA

Alla vigilia di Natale dello scorso anno, Marte ha tremato. Il sismometro del lander Insight della NASA ha registrato misteriose vibrazioni sismiche e ha inviato i dati sulla Terra il giorno successivo. Quando gli scienziati hanno studiato nel dettaglio il fenomeno, però, si sono accorti che era totalmente diverso rispetto agli oltre 1.000 terremoti registrati su Marte fino a questo momento. In un articolo scientifico pubblicato questa settimana, gli ingegneri della NASA hanno spiegato che si è trattato non di un vero e proprio terremoto, bensì dell’impatto di una roccia spaziale sulla superficie del pianeta rosso. Questo dimostra quanto ogni pianeta possa essere bombardato da un momento all’altro da questi pericolosi meteoriti.

Cosa ha scoperto il lander Insight (che fra poco smetterà di funzionare)

marte
Il cratere da impatto fotografato dal Mars Reconnaissance Orbiter. Credit: NASA

Il lander Insight sarà operativo ancora per poco tempo, spiegano dalla NASA. Il tremore registrato a dicembre, però, è stato fra i più potenti mai registrati, con una magnitudo di 4. Il problema è che non si è verificato nella regione più “sismica” di Marte. E il fatto che l’epicentro non fosse vicino (a più di tremila chilometri da Insight) non ha fatto altro che arricchire il mistero. Questi dati suggerivano un terremoto non solo grande, ma anche profondo, sotto la superficie di Marte.

Grazie alle osservazioni di un’altra navicella spaziale della NASA in orbita attorno a Marte, il Mars Reconnaissance Orbiter, si è riusciti a scoprire la verità dietro questo apparente fenomeno sismico. A causare quelle vibrazioni era stato l’impatto di una roccia spaziale grande fra i 4 e i 12 metri di diametro. Fra l’altro l’impatto ha rilasciato un’energia equivalente a una quantità compresa fra i 2,5 e i 10 kilotoni di TNT, lasciando un cratere più largo di un comune campo da calcio.

Da quando è atterrato sul pianeta rosso a novembre 2018, Insight aveva già osservato svariati terremoti su Marte, ma non aveva mai assistito all’impatto di meteoriti sul pianeta rosso. Dalle immagini dell’orbiter, invece, si evince che una grande roccia spaziale abbia colpito Marte creando un cratere da impatto (che il 24 dicembre non c’era, ma il 25 sì) e sollevando pezzi di ghiaccio da sotto la superficie. Non c’è dubbio che questo evento meriti ulteriori approfondimenti da parte della NASA.

Riferimenti: NASA

Se sei arrivato fin qui è perché hai ritenuto il nostro articolo degno di essere letto fino alla fine. Da sempre Passione Astronomia prova a costruire, attraverso la divulgazione scientifica, una comunità di persone più informate e consapevoli. È anche il motivo per cui abbiamo deciso di scrivere un libro dedicato all’astronomia. È scritto in modo chiaro e semplice, proprio perché per noi la divulgazione deve essere accessibile a tutti. Lo trovi qui.

Passione Astronomia partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it