Le stelle si legano gravitazionalmente tra loro in numerosi aggregati che chiamiamo galassie. Il Sole appartiene a una di queste, la famosa Via lattea; possiamo dire quindi che il Sole è una stella come tante. Ma tante quante?

Immagina di voler contare il numero totale di granelli di sabbia di una spiaggia. La strategia più ovvia sarebbe quella di raccogliere un pugno di sabbia e contarne i granelli. In questo modo, infatti, basterà conoscere la profondità media e la superficie ricoperta dalla spiaggia stessa per poter risalire al risultato cercato con una banale proporzione. Analogamente, prendi ora un pugno di stelle. Un pugno grande come una galassia: nella nostra galassia, la Via Lattea, ci sono da centinaia di miliardi a bilioni di stelle e potrebbero forse esserci un egual numero di galassie (riguardo queste ultime, se non l’hai già fatto, ti consiglio di recuperare l’articolo Quante galassie ci sono nell’universo?). Per cui ottieni che l’ordine di grandezza del numero di stelle nell’Universo è tra 10²² e 10²⁴ (ovvero 1 seguito da, rispettivamente, 22 e 24 zeri). Questo, però, riguarda solo il cosiddetto universo osservabile: non possiamo, infatti, tener conto dell’intero universo, come è già stato spiegato nell’articolo L’universo va verso un’inevitabile “scomparsa”.

La Via Lattea vista dalla Terra con un 'mare di stelle'
La Via Lattea vista dalla Terra con un ‘mare di stelle’. Copyright: John P. Gleason, Celestial Images.

Chiaramente si tratta di una stima grossolana, innanzitutto perché le galassie non sono tutte uguali, proprio come su una spiaggia la profondità della sabbia non sarà la stessa in luoghi diversi. Nessuno proverebbe a contare le stelle individualmente, invece misuriamo quantità integrate come il numero e la luminosità delle galassie con degli appositi telescopi. Fatto sta che il risultato ottenuto sopra è un numero così grande da risultare difficile da immaginare. Conviene, perciò, confrontarlo con qualcosa che abbiamo già citato all’inizio e, cioé, il numero di granelli di sabbia!
Il volume medio di un granello di sabbia è all’incirca 0.01 millimetri al cubo. Adesso, assumendo che una media del 5% circa della superficie della Terra sia ricoperta di sabbia con una profondità di circa 100 metri e tenendo conto the la superficie del nostro pianeta è circa 6’378’000 metri quadrati, una stima approssimativa per il numero di granelli di sabbia abbia ordine di grandezza pari a 10²⁶. Tenendo conto delle varia approssimazioni, possiamo concludere che l’ordine di grandezza del numero di stelle nell’Universo osservabile e quello dei granelli di sabbia terrestri siano grossomodo comparabili.

Fonti: ESA, APOD, The Guardian.

Se sei arrivato fin qui è perché hai ritenuto il nostro articolo degno di essere letto fino alla fine. Da sempre Passione Astronomia prova a costruire, attraverso la divulgazione scientifica, una comunità di persone più informate e consapevoli. È anche il motivo per cui abbiamo deciso di scrivere un libro dedicato all’astronomia. È scritto in modo chiaro e semplice, proprio perché per noi la divulgazione deve essere accessibile a tutti. Lo trovi qui.

Passione Astronomia partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it