Slovenia e Venezuela hanno perduto tutti i loro ghiacciai: è un triste record che mostra l’impatto del cambiamento climatico.

Slovenia e Venezuela sono i primi due paesi a perdere i loro ultimi ghiacciai, dicono gli scienziati. Lo scioglimento dei ghiacciai è una delle conseguenze più tangibili del cambiamento climatico causato dall’uomo, e anche Paesi artici come l’Islanda hanno perso interi ghiacciai per colpa nostra. Ciò avviene mentre il Gruppo intergovernativo sui cambiamenti climatici prevede che dal 18 al 36% della massa glaciale globale andrà perduta nel corso di questo secolo, in gran parte a causa del riscaldamento globale.

Advertisement
Banner Plus

L’allarme degli scienziati

Triglav, Slovenia

“La scomparsa di tutti i ghiacciai in Venezuela è una tragedia nazionale”, ha detto a E&E News Julio César Centeno, scienziato dell’Università delle Ande. “È un segnale di avvertimento sulle conseguenze che si riverseranno sul Paese a breve termine come conseguenza del riscaldamento globale”. È molto probabile che Slovenia e Venezuela abbiano già perso i loro ultimi ghiacciai da un pezzo. Non esiste un “punto di morte” universalmente accettato per un ghiacciaio e nessuna organizzazione internazionale è riconosciuta come autorità nella classificazione dei ghiacciai. Ma Centeno ha affermato che “la dimensione minima per un ghiacciaio è 0,1 chilometri quadrati”.

La situazione in Slovenia e Venezuela

In Slovenia, la superficie di Skuta (2.532 m) è inferiore a 0,1 chilometri quadrati almeno dal 1969, e il Triglav è sceso sotto la soglia nel 1986. La Corona, in Venezuela, probabilmente ha già perso il suo status glaciale nel 2016. “Due caratteristiche fondamentali dei ghiacciai sono il loro movimento e la presenza di crepacci glaciali”, ma Triglav e Skuta non hanno posseduto nessuno dei due “negli ultimi decenni”. La quantità di ghiaccio sulla cima del Triglav è “l’area di due campi da pallavolo”. La bassa altitudine e latitudine li hanno resi “più vulnerabili ai cambiamenti climatici” e hanno ceduto all’”aumento delle temperature”, ha detto Pavšek. L’Istituto geografico Anton Melik prevede che entrambi i ghiacciai saranno sciolti completamente entro il 2030.

Fonte