Wasp-76b dista circa 390 anni luce dalla Terra ed appartiene alla categoria dei gioviani caldi

Wasp-76b – Questo incredibile mondo è situato nella costellazione dei Pesci a 390 anni luce dal nostro sistema solare. Ruota vicinissimo alla propria stella, tanto che le sue temperature raggiungono i 2400 gradi, fino a vaporizzare i metalli. Merito della scoperta anche all’Italia che partecipa con quasi 30 studiosi dell’Inaf. Il pianeta è stato indivuduato dal Very Large Telescope (Vlt) dell’Osservatorio Europeo Meridionale (Eso) in Cile.

Viaggio verso Wasp-76

Scopriamo meglio le caratteristiche di Wasp-76b

Per capire Wasp-76b, dobbiamo rifarci alla nostra Luna, che volge sempre la stessa faccia alla Terra. Wasp-76b è velocissimo: impiega lo stesso tempo sia per ruotare su stesso che per compiere un’orbita intorno alla sua stella (48 ore circa, dunque è vicinissimo). Ha una rotazione sincrona e dunque mostra sempre la stessa faccia alla sua stella: le temperature raggiungono picchi di oltre 2.400 gradi. Questo basta per far evaporare anche i metalli (molto probabile che piova ferro), oltre che a dividere le molecole.

Rappresentazione artistica della pioggia di ferro su Wasp-76b

Allora ha nuvole?

Si proprio come sulla Terra dove piove acqua grazie a nubi di vapore acqueo, su Wasp-76b sono di ferro! La grande differenza di temperatura tra il lato giorno e quello notturno provoca anche venti vigorosi che spingono la pioggia di ferro dal lato giorno, caldissimo, al lato notte più freddo. La scoperta è stata possibile anche grazie all’uso dello spettrometro ESPRESSO montato sul VTL, al quale ha partecipato anche l’Italia. Lo studio è stato pubblicato su Nature.

Passione Astronomia consiglia...
Il Clima che cambia clicca qui
Se vuoi sostenere il nostro lavoro puoi fare una donazione