Utilizzando un nuovo algoritmo, il radiotelescopio CHIME di ultima generazione ha individuato altri 25 segnali radio ripetuti tra il 2019 e il 2021. Ecco cosa sappiamo

Come le onde gravitazionali (GW) e i lampi di raggi gamma (GRB), i segnali radio veloci (FRB) sono uno dei fenomeni astronomici più potenti e misteriosi. Questi eventi consistono in esplosioni che emettono più energia in un millisecondo di quanta ne emetta il Sole in tre giorni. Utilizzando un nuovo tipo di algoritmo, il radiotelescopio CHIME/FRB ne ha rilevati altri 25 segnali radio nello spazio, gli astronomi: “Continuano a ripetersi”. Ecco cosa sappiamo a riguardo.

segnali radio
Credit: NRAO Outreach/Vimeo

I lampi radio veloci

Di questa scoperta intriga il fatto che molti segnali radio siano sorprendentemente inattivi, cioè producono meno di un lampo alla settimana. Gli scienziati ritengono che ciò potrebbe essere dovuto al fatto che questi FRB non siano stati osservati abbastanza a lungo. I lampi radio veloci sono estremamente utili per gli astronomi, in quanto offrono l’opportunità di osservare la stessa sorgente FRB con telescopi diversi da quello che li ha inizialmente avvistati, consentendo di osservare questi eventi misteriosi in modo più dettagliato.

Segnali radio

Implicazioni anche sulle stelle

Le scoperte degli astronomi potrebbero avere implicazioni importanti anche sulle stelle. “Gli FRB sono probabilmente prodotti dagli avanzi di morti stellari esplosive. Studiando in dettaglio fonti ripetute di FRB, possiamo studiare gli ambienti in cui si verificano queste esplosioni e comprendere meglio le fasi finali della vita di una stella,” ha spiegato l’autore principale dello studio, Ziggy Pleunis. “Possiamo anche saperne di più sul materiale che viene espulso prima e durante la scomparsa della stella, che viene poi restituito alle galassie in cui vivono gli FRB“.

Fonte: Science Alert