Campioni di polvere lunare raccolti da Armstrong durante la missione Apollo 11 sono stati venduti all’asta per oltre 500.000 dollari. La NASA aveva provato ad aggiudicarseli, ma ha perso la battaglia legale in tribunale. Ecco cosa è successo.

Durante il primo allunaggio del 1969, Neil Armstrong raccolse campioni di polvere lunare dopo aver mosso i primi passi sulla Luna. A distanza di oltre cinquant’anni quei campioni di polvere sono stati venduti all’asta per 500mila dollari, una cifra al di sotto delle aspettative pre-asta. Si tratta di campioni autentici confermati anche dalla NASA. Pensate che nel 2018 la sacca nella quale gli astronauti avevano inserito materiale lunare era stata venduta per 1,8 milioni di dollari. Ma perché tutta sta roba non l’aveva la NASA, direte voi? Ve lo dico subito.

Ecco i campioni di polvere lunare raccolti da Armstrong durante il primo allunaggio, nel 1969. Credit: Bonhams

La Luna non è della NASA

Facciamo un passo indietro. Nel 2015 un avvocato del Michigan, Nancy Lee Carlson, spese 995 dollari in un’asta di confisca governativa per quello che era stata definito come “un sacchetto di decontaminazione” portato sulla Luna durante le missioni Apollo. L’uomo ha poi inviato la borsa alla NASA per confermarne l’autenticità, ma l’agenzia spaziale si è rifiutata di restituirlo. Carlson l’ha citata in giudizio per sequestro di proprietà e un giudice, nel 2016, si è pronunciato a suo favore, e ha ordinato alla NASA di restituire la borsa e il campione lunare al suo interno.

Non è chiaro quando la NASA abbia perso le tracce di questi campioni. Nel 2002 si dice siano stati in possesso di Max Ary, il cofondatore di un museo spaziale in Kansas, condannato poi per vendita di manufatti rubati. La polvere, in effetti, è stata confiscata e finita all’asta proprio qualche anno dopo. Non c’è dubbio che questi cimeli spaziali rappresentino un vero e proprio tesoro. Pensate che nel 2011 venne pagato il prezzo record di 2,9 milioni di dollari per pezzi di una capsula spaziale sovietica che portò Yuri Gagarin nello spazio.

Riferimenti: https://www.forbes.com/sites/carlieporterfield/2022/04/13/lunar-dust-collected-by-neil-armstrong-sells-for-500000–after-nasa-lost-in-court-to-keep-it/

Passione Astronomia partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it