Abbiamo mangiato, in via eccezionale, un frammento di roccia proveniente da Marte: e non è uno scherzo! Ecco il video

Oggi vi raccontiamo di una vicenda personale assai bizzarra che è capitata in laboratorio ad uno dei componenti del nostro team di Passione Astronomia, Nicola Mari, mentre stava analizzando rocce provenienti da Marte, ovvero meteoriti Marziane, durante il suo dottorato di ricerca. Diamo quindi la parola a Nicola:

“Durante il mio dottorato, c’è stato un momento in cui ho letteralmente distrutto pezzi del Pianeta Rosso. L’ho fatto perché per la mia ricerca avevo bisogno di analizzare gli isotopi di osmio nel materiale Marziano. In particolare, sono stato il primo ricercatore che si è concentrato nell’analisi degli isotopi di osmio nelle nakhliti (un particolare tipo di rocce laviche proveniente da Marte), al fine di rivelare preziose informazioni su come si è formato ed evoluto il mantello di Marte.”

“Il momento in cui ho distrutto i campioni (parte di 3 meteoriti Marziane) è stato semplicemente indimenticabile. Dopo aver distrutto il primo campione con un pestello ho guardato nel mortaio per vedere la polvere finissima che rimaneva, esclamando “Oh… ma… è verde-nera!”. Il colore della polvere marziana, infatti, non sembra rosso, come si poteva immaginare osservando Marte da lontano, e non completamente nero, come si poteva vedere dalle foto dei rover durante le missioni di esplorazione. Il colore verde è difficile da vedere dalle foto del rover, ma in realtà l’assemblaggio mineralogico delle rocce vulcaniche Marziane tende a produrre una polvere verde-nera. Inoltre, la polvere è molto, molto fine e davvero pericolosa per gli esseri umani in future missioni di esplorazione su Marte.”

“Ebbene, successe che una piccolissima scheggia di questo materiale extraterrestre rimbalzò fuori dalla ciotola mentre distruggevo il campione. A quel punto, essa era ‘contaminata’ dall’ambiente – quindi non era più utile alle analisi. Cosa farne quindi? A quel punto, invece di eliminarla, pensai a come potesse essere mangiare un pezzo di un altro mondo. Così, in un attimo di pura follia, decisi di ingoiare quel singolo granellino di Marte. Cosa mi successe dopo? Guardate il video in coda all’articolo e lo scoprirete. Buona visione!”

Ecco il video

Nel suo piccolo, Passione Astronomia ti aiuta a capire come funziona l’universo. E l’universo funziona meglio se le persone che ne fanno parte sono bene informate: se hanno letto sciocchezze, bugie, veleni, poi va a finire come va a finire. Già ora non è che vada benissimo. Ecco perché è importante che qualcuno spieghi le cose bene. Passione Astronomia fa del suo meglio. Abbonati!

Passione Astronomia partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it