Spoiler, irriconoscibile! Londra scomparirebbe sott’acqua, insieme ai Paesi Bassi e a gran parte della Danimarca e della Florida. Ecco la nuova Terra senza ghiaccio

Di ghiaccio sulla Terra ce n’è in abbondanza, al punto che alcuni scienziati sostengono che ci vorrebbero più di 5.000 anni per scioglierlo tutto. Ma se continuiamo a rilasciare emissioni all’atmosfera, molto probabilmente creeremo un pianeta libero dai ghiacci, con una temperatura media di forse 27 gradi Celsius, invece degli attuali 14 gradi.

Terra, ghiaccio, acqua
Un frame del video. Credit: Insider Science

Cosa accadrebbe se tutto il ghiaccio si sciogliesse

Partiamo dal Nord America: l’intera costa atlantica scomparirebbe, insieme alla Florida e alla costa del Golfo. In California, le colline di San Francisco diventerebbero un gruppo di isole e la Central Valley una baia gigantesca. Il Golfo della California si estenderebbe a nord oltre San Diego, che non esisterebbe più. Rispetto ad altri continenti, l’Africa perderebbe meno territorio, ma l’aumento del calore della Terra potrebbe renderla inabitabile. In Egitto, Alessandria e Il Cairo sarebbero sommersi dal Mediterraneo.

La situazione in Europa

Londra? Un ricordo. Venezia? Sommersa dal Mar Adriatico. Tra migliaia di anni, in questo scenario catastrofico (senza ghiaccio), i Paesi Bassi si saranno arresi da tempo al mare, e anche la maggior parte della Danimarca se ne sarà andata. Nel frattempo, l’espansione delle acque del Mediterraneo avrà ingrossato anche il Mar Nero e il Mar Caspio. Insomma, non un bello scenario per il futuro! Di seguito, ecco il video (simulazione):

Fonte

Se sei arrivato fin qui è perché hai ritenuto il nostro articolo degno di essere letto fino alla fine. Da sempre Passione Astronomia prova a costruire, attraverso la divulgazione scientifica, una comunità di persone più informate e consapevoli. È anche il motivo per cui abbiamo deciso di scrivere un libro dedicato all’astronomia. È scritto in modo chiaro e semplice, proprio perché per noi la divulgazione deve essere accessibile a tutti. Lo trovi qui.