Il telescopio spaziale Hubble ha osservato le conseguenze di una spaventosa collisione: scopriamo Fomalhaut b

Quello che gli astronomi pensavano fosse un pianeta al di là del nostro sistema solare, ora è apparentemente scomparso. Si pensa che in realtà Fomalhaut b non sia mai esistito. Il telescopio spaziale Hubble della NASA / ESA ha osservato una nuvola di particelle in espansione composta da polveri molto fini causate da una collisione titanica tra due corpi ghiacciati. E’ accaduto intorno alla stella Fomalhaut, a circa 25 anni luce dalla Terra.

“Il sistema Fomalhaut è il laboratorio di prova definitivo per tutte le nostre idee su come si evolvono gli esopianeti e i sistemi stellari”, ha affermato George Rieke dello Steward Observatory dell’Università dell’Arizona. “Abbiamo prove di tali collisioni in altri sistemi, ma di queste dimensioni, non erano mai state osservate.”

La stella Fomalhaut. Credit:NASA, ESA

Osservazioni precedenti

Inizialmente si credeva che Fomalhaut b fosse un esopianeta (annunciato per la prima volta nel 2008 sulla base dei dati presi nel 2004 e nel 2006). E’ stato chiaramente visibile per diversi anni di osservazioni di Hubble che lo rivelarono come un “punto mobile”. Ma tanti misteri avvolgevano Fomalhaut b. L’oggetto era insolitamente luminoso e la sua temperatura non era stata rilevata agli infrarossi. Gli astronomi ritenevano che tale luminosità provenisse da un enorme guscio o un anello di polvere intorno all’esopianeta. Inoltre i primi dati di Hubble rivelarono che l’oggetto non aveva un’orbita ellittica, solita dei pianeti, ma bensì iperbolica.

La stella Fomalhaut nella costellazione dei pesci. Credit:A. Fujii

Le osservazioni più recenti

Le osservazioni di Hubble del 2014 non hanno più rilevato l’oggetto, lasciando increduli gli astronomi. Inoltre, le immagini precedenti, mostravano la luce dell’esopianeta affievolirsi nel tempo. “Queste collisioni sono estremamente rare e crediamo di essere nel posto giusto al momento giusto per aver assistito a un evento così improbabile” ha detto András Gáspár dell’Università dell’Arizona.“Il nostro studio, che ha analizzato tutti i dati di Hubble disponibili su Fomalhaut b, comprese le immagini più recenti scattate, ha rivelato diverse caratteristiche: l’oggetto di dimensioni planetarie potrebbe non essere mai esistito“, conclude Gáspár.

Le osservazioni del telescopio spaziale Hubble della nuvola di polvere in espansione di Fomalhaut b dal 2004 al 2013. Credit:NASA, ESA

Le ipotesi

Le ipotesi suggeriscono che Fomalhaut b non è un pianeta, ma una ‘nuvola’ (ad ora di dimensioni superiori all’orbita terrestre attorno al Sole) che si espande lentamente nello spazio a seguito di una collisione tra due grandi corpi celesti. I ricercatori ritengono che lo scontro sia avvenuto non molto tempo prima delle osservazioni del 2004. Ormai la ‘nuvola di detriti’, costituita da particelle di polvere intorno a 1 micron (1/50 del diametro di un capello umano), è al di sotto del limite di rilevamento di Hubble. Gáspár, Rieke e altri astronomi osserveranno il sistema di Fomalhaut anche con il Telescopio Spaziale James Webb della NASA / ESA / CSA visto il suo prossimo lancio nel 2021.

Passione Astronomia consiglia...
  • Periodo di prova gratuito ad Amazon Kindle Unlimited grazie a Passione Astronomia clicca qui
  • Lo store astronomico clicca qui

Riferimenti:

Se vuoi sostenere il nostro lavoro puoi fare una donazione