Godetevi questo splendido sorvolo della sonda Juno: protagonisti Giove, il re dei pianeti, e Ganimede, il satellite più grande del sistema solare

Il 7 giugno 2021, la sonda Juno della NASA ha sorvolato Ganimede, la luna più grande del sistema solare, come nessun altra navicella degli ultimi decenni. Meno di un giorno dopo, Juno ha effettuato il suo 34esimo sorvolo di Giove, ‘correndo’ sulla sua turbolenta atmosfera da un polo all’altro in meno di tre ore. Utilizzando l’imager ‘JunoCam’ della sonda, il team della missione ha messo insieme questa meravigliosa animazione.

Il video

L’animazione della durata di 3:30 minuti inizia con la sonda Juno che si avvicina a Ganimede, passando entro 1.038 chilometri dalla superficie ad una velocità relativa di 67.000 km/h. Le immagini mostrano molte delle regioni scure e chiare della luna (si ritiene che le regioni più scure derivino dalla sublimazione del ghiaccio nel vuoto circostante, lasciandosi dietro residui scuriti) così come il cratere Tros, che è tra le più grandi e luminose ‘cicatrici’ di Ganimede. Juno impiega solo 14 ore e 50 minuti per percorrere 1,18 milioni di chilometri tra Ganimede e Giove. Si arriva così a soli 3.400 chilometri dalle spettacolari cime delle nuvole di Giove. A quel punto, la potente gravità di Giove ha accelerato la navicella spaziale a quasi 210.000 km/h rispetto al pianeta.

Immagine di copertina credit: NASA/JPL-Caltech/SwRI/MSSS

Qualche notizia sul pianeta

Giove è il più grande tra gli otto pianeti del sistema solare. Ha una massa che è circa 2 volte la massa di tutti gli altri pianeti messi insieme. E’ un gigante gassoso: è formato principalmente da Idrogeno ed Elio con un nucleo probabilmente roccioso costituito in prevalenza da carbonio e silicati. L’atmosfera gioviana ha molti fenomeni attivi: bande instabili, tempeste (causate da moti convettivi dell’aria umida nella sua atmosfera), cicloni, anticicloni e fulmini. Possiede 79 satelliti naturali dei quali ricordiamo i 4 galileiani come i più importanti: Io, Europa, Callisto e Ganimede. Possiede anche un sistema di anelli scoperti nel 1979 dalla sonda Voyager 1 dopo quelli di Saturno e di Urano: sono costituiti principalmente di polveri, presumibilmente di silicati.

Riferimenti:

Passione Astronomia consiglia...
  • Periodo di prova gratuito ad Amazon Kindle Unlimited grazie a Passione Astronomia clicca qui
  • Lo store astronomico clicca qui

Passione Astronomia partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it