Il satellite DSCOVR ha ripreso una vista unica della Luna e della Terra nel marzo del 2015. La serie di immagini mostra il “lato nascosto” completamente illuminato del Satellite che non è mai visibile dal nostro Pianeta

Una telecamera della NASA a bordo del satellite Deep Space Climate Observatory (DSCOVR) ha catturato una vista unica della Luna mentre si muoveva di fronte al lato soleggiato della Terra nel marzo del 2015. La serie di immagini mostra il “lato oscuro” completamente illuminato della Luna che non è mai visibile dal nostro Pianeta.

Luna Terra
Un frame del video

È nato il canale WhatsApp di Passione Astronomia! Iscriviti per ricevere tutti i nostri aggiornamenti

Una posizione unica

Dalla sua posizione tra il Sole e la Terra, DSCOVR svolge la sua missione principale di monitoraggio del vento solare in tempo reale per la National Oceanic and Atmospher Administration (NOAA).Le immagini della Terra “a colori naturali” di EPIC sono generate combinando tre esposizioni monocromatiche separate scattate dalla fotocamera in rapida successione. EPIC prende una serie di 10 immagini utilizzando diversi filtri spettrali a banda stretta dall’ultravioletto al vicino infrarosso. Le immagini dei canali rosso, verde e blu sono utilizzate in queste immagini a colori. La combinazione di tre immagini scattate a distanza di circa 30 secondi, mentre la Luna si muoveva, produce un leggero ma evidente “artefatto” della fotocamera sul lato destro della Luna. Poiché il nostro satellite si è spostato rispetto alla Terra tra il momento in cui sono state fatte la prima (rossa) e l’ultima (verde) esposizione, si ha un disallineamento tra il filtro iniziale ed il filtro finale. Di seguito, ecco il video:

L’importanza di DSCOVR

EPIC, la camera a bordo del satellite DSCOVR, consente agli scienziati di monitorare i livelli di ozono e aerosol nell’atmosfera terrestre, l’altezza delle nuvole, le proprietà della vegetazione e la riflettività ultravioletta della Terra. La missione DSCOVR è una partnership tra la NASA, la National Oceanic and Atmospheric Administration (NOAA) e l’US Air Force.

Fonte, immagine di copertina credit NASA/NOAA