Sappiamo che i pianeti del nostro sistema solare cambiano posizione mentre orbitano attorno a una stella centrale, il sole. Ma il sole stesso si muove all’interno del sistema solare?

In generale il Sole è tutt’altro che statico nell’universo. Sappiamo, ad esempio, che la nostra stella orbita attorno al cuore della Via Lattea a velocità sbalorditive, raggiungendo i 720.000 km/h e trascinando con sé l’intero sistema solare. Nel corso della giornata attraversa il cielo sopra la Terra, regalandoci albe e tramonti incantevoli. Questo movimento, tuttavia, è il risultato della rotazione della Terra e non è il risultato del moto effettivo del Sole. Inoltre, nel corso di un anno terrestre, 365,3 giorni, la posizione della nostra stella cambia nel cielo anche dalla nostra prospettiva. 

Tutto richiede equilibrio

Sole sistema solare

Tenendo a mente che un dato movimento è sempre relativo al sistema di riferimento da cui lo si osserva, la risposta breve è che il Sole cambia effettivamente posizione all’interno del sistema solare, anche se di poco. Quel limitato movimento oscillatorio o “oscillazione” deriva dalle influenze gravitazionali dei pianeti che le orbitano attorno. L’interazione gravitazionale tra due corpi è infatti una strada a doppio senso. Come il corpo uno tira il corpo due, anche il corpo uno viene tirato dal corpo 2, anche se la differenza di dimensioni tra i due corpi è immensa, come nel nostro caso specifico. Il risultato è che i pianeti del sistema solare non orbitano tecnicamente attorno alla loro stella bensì orbitano attorno a un punto di gravità reciproca chiamato “baricentro”, la cui posizione è determinata dalle masse dei corpi in questione. Se la massa di un pianeta è piccola, il baricentro attorno al quale orbita cade più vicino al cuore del Sole. E più questi baricentri sono vicini al centro del Sole, meno esso oscillerà a causa della sua orbita.

Visti dall’alto, un grande pianeta e una stella orbitano attorno al loro centro di massa condiviso, o baricentro. 
Credit: NASA

Fonte