Nuovi dettagli sulle proprietà fisiche e sulle possibili origini di (469219) Kamo`oalewa, un ‘’quasi-satellite’’ che orbita intorno al Sole ma che rimane relativamente vicino alla Terra

Lo studio condotto dallo scienziato di ricerca associato dell’Istituto di Scienze Planetarie Juan A. Sanchez ha recentemente confermato che si conosce l’esistenza di cinque ‘’quasi-satelliti’’ della Terra e questi oggetti sono in una configurazione orbitale con il nostro pianeta tale che rimangono vicini alla Terra mentre orbitano intorno al Sole. Di questi cinque però Kamo`oalewa è il più stabile; a causa delle sue piccole dimensioni che si aggirano intorno ai 50 metri e alla difficile geometria di osservazione si riescono ad avere, almeno per il momento, solo informazioni limitate.

La ricerca

I ricercatori che stanno lavorando al progetto Near-Earth Object Observations della NASA hanno utilizzato dati ottenuti nel corso di 5 anni con il Large Binocular Telescope (LBT) e il Lowell Discovery Telescope (LDT), in Arizona. Hanno condotto un lavoro eccellente, il loro è risultato essere ad oggi lo studio più completo di questo oggetto. Sono stati ottenuti dati fotometrici e spettroscopici di Kamo`oalewa, dati che ci raccontano dettagli sulla sua composizione e sulle sue caratteristiche fisiche. Per questo tipo di studi i ricercatori analizzano la luce solare riflessa dalla superficie dell’oggetto interessato, così da determinare da cosa esso sia composto. E’ emerso che le caratteristiche spettrali di questo asteroide sono coerenti con i minerali di silicato (materiale roccioso) che mostrano un alto grado di invecchiamento nello spazio.

Rappresentazione artistica di Kamo`oalewa come ejecta da impatto dalla superficie lunare, una delle ipotesi proposte per spiegare l'origine di questo asteroide
Rappresentazione artistica di Kamo`oalewa come ‘ejecta’ da impatto dalla superficie lunare, una delle ipotesi proposte per spiegare l’origine di questo asteroide. Credit: Juan A. Sanchez/PSI.

Caratteristiche di (469219) KAMO`OALEWA

Kamo`oalewa è un asteroide near-Earth (NEA) a rotazione rapida: studi precedenti hanno riscontrato un periodo di rotazione di circa 30 minuti. Come detto, il ‘’quasi-satellite’’ orbita intorno al sole e durante questo periodo può avvicinarsi alla Terra fino a circa 14,4 milioni di km … niente paura! La cosa interessante però è questa: lo studio ha anche confrontato i nuovi dati ottenuti con gli spettri di altri NEA e campioni di meteoriti trovando sorprendenti somiglianze tra lo spettro del quasi-satellite e un campione lunare riportato sulla Terra dalla missione Apollo 14.

Una quasi luna?

L’origine esatta di Kamo`oalewa è purtroppo ancora sconosciuta, ma gli astronomi hanno ipotizzato due possibili ‘’strade’’ di provenienza: la prima ci dice che questo asteroide potrebbe essere stato catturato nella sua orbita dagli altri NEA, l’altra ripone nella somiglianza tra lo spettro di Kamo`oalewa e il campione lunare la possibilità che l’oggetto abbia avuto origine proprio nel sistema Terra-Luna; potenzialmente potrebbe essere un ‘ejecta’ da impatto con la superficie lunare. Ad ogni modo una missione, con ritorno di campioni, verso l’asteroide è attualmente in fase di preparazione con lancio previsto nel 2025.

Riferimenti:

Passione Astronomia consiglia...
  • Periodo di prova gratuito ad Amazon Kindle Unlimited grazie a Passione Astronomia clicca qui
  • Lo store astronomico clicca qui

Passione Astronomia partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it