Mai sentito parlare di luce zodiacale? Un tenue bagliore che con semplici accortezze può essere individuato. Scopriamo insieme cos’è

Luce zodiacale – E’ bagliore molto tenue, visibile nel cielo notturno in luoghi dove c’è scarso inquinamento luminoso. Non sempre è visibile: infatti è un fenomeno stagionale. Lo possiamo apprezzare tra la fine dell’inverno e l’inizio della primavera oppure tra la fine dell’estate e l’inizio dell’autunno, il tutto sempre dopo il tramonto guardando ad ovest.

La Via Lattea a sinistra e la Luce zodiacale sulla destra. Credit: Eso

Scopriamola meglio

Come detto, la luce zodiacale è un bagliore che appare lungo l’eclittica, in particolare nelle vicinanze del Sole. Da non confondere con la Via Lattea, la luce zodiacale risulta completamente invisibile se la Luna è presente in cielo o se è vicinissima alla Via Lattea.

Luce zodiacale
Luce zodiacale. Credit: ESO

Questo fenomeno si genera dalla riflessione della luce solare da parte delle polveri interplanetarie lasciate ad esempio da comete e asteroidi: questi piccolissimi residui cosmici hanno un forte potere riflettente (albedo) che entrano nell’atmosfera della Terra e si accumulano in un cono di luce più ampio vicino al Sole e contemporaneamente più sottile verso l’alto.

L’eclittica al tramonto. Credit: Paolomorini

Ma cos’è l’eclittica? E lo zodiaco?

L’eclittica è il percorso apparente che il Sole compie in un anno rispetto allo sfondo della sfera celeste. L’eclittica praticamente ‘taglia’ lo zodiaco (fascia della volta celeste che comprende i percorsi apparenti in un anno di Sole, Luna e pianeti). L’eclittica è dunque una banda di 9° da entrambi i lati passante per lo zodiaco. Vi anticipo che le costellazioni zodiacali sono 13 e non 12: c’è anche l’Ofiuco. Ma questa è un’altra storia che vi racconterò.

Passione Astronomia consiglia...
La Luna in 3D clicca qui
Se vuoi sostenere il nostro lavoro puoi fare una donazione