Un esperimento condotto su Marte (grazie a MOXIE) ha dimostrato che è possibile estrarre ossigeno dalla sottile atmosfera marziana

Da quando il rover Perseverance è atterrato su Marte nel 2021, MOXIE ha generato un totale di 122 grammi di ossigeno, più o meno quello che respira un cane di piccola taglia in 10 ore. Nella sua massima efficienza, MOXIE è stato in grado di produrre 12 grammi di ossigeno all’ora, il doppio degli obiettivi originali della NASA per lo strumento, con una purezza del 98% o migliore. Alla sua sedicesima analisi, il 7 agosto, lo strumento ha prodotto 9,8 grammi di ossigeno. MOXIE ha completato con successo tutti i suoi requisiti tecnici ed è stato utilizzato in una varietà di condizioni durante un intero anno marziano, consentendo agli sviluppatori dello strumento di apprendere moltissimo sulla tecnologia.

Marte
Credit: NASA

Come viene prodotto l’ossigeno

MOXIE produce ossigeno molecolare attraverso un processo elettrochimico che separa un atomo di ossigeno da ciascuna molecola di anidride carbonica pompata dalla sottile atmosfera di Marte. Mentre questi gas fluiscono attraverso il sistema, vengono analizzati per verificare la purezza e la quantità di ossigeno prodotto.

Perseverance su Marte
Perseverance su Marte. Credit: NASA/JPL-Caltech

Vantaggi di produrre ossigeno su Marte

MOXIE si è concentrato sulla futura esplorazione umana. MOXIE è stata la prima dimostrazione in assoluto della tecnologia che gli esseri umani potrebbero utilizzare per sopravvivere e lasciare il Pianeta Rosso. Un sistema di produzione di ossigeno potrebbe aiutare le missioni future in vari modi, ma il più importante di essi sarebbe come fonte di propellente per razzi, che sarebbe necessario in quantità industriali per lanciare razzi con gli astronauti per il loro viaggio di ritorno a casa. Invece di portare con sé grandi quantità di ossigeno su Marte, i futuri astronauti potrebbero vivere dei prodotti della terra, utilizzando i materiali che trovano sulla superficie del pianeta per sopravvivere. Un grande successo!

Fonte