Il nostro Sole ha avuto un anno piuttosto tranquillo. Ma ora ne abbiamo la certezza: la nostra stella è entrata in un nuovo ciclo solare. Cos’è e cosa dobbiamo aspettarci?

Il ciclo solare 25 è iniziato. Durante un evento mediatico martedì, gli esperti della NASA e della National Oceanic and Atmospheric Administration (NOAA) hanno discusso le loro analisi e previsioni sul nuovo ciclo solare (25) e su come l’imminente ripresa della meteorologia spaziale avrà un impatto anche sulle nostre vite e sulla tecnologia sulla Terra. Gli scienziati usano le macchie solari per monitorare i progressi del ciclo solare ; le macchie scure sul Sole sono associate all’attività solare, spesso come origine di esplosioni giganti – come brillamenti solari o espulsioni di massa coronale che possono spargere, energia e materiale solare nello spazio.

Ciclo solare
Questa immagine suddivisa mostra la differenza tra un Sole attivo durante il massimo solare (a sinistra, acquisito nell’aprile 2014) e un Sole tranquillo durante il minimo solare (a destra, acquisito a dicembre 2019). Dicembre 2019 segna l’inizio del ciclo solare 25 e l’attività del Sole aumenterà ancora una volta fino al massimo solare, previsto per il 2025. Credit: NASA / SDO

Per determinare l’inizio di un nuovo ciclo solare, il pannello di previsione ha consultato i dati mensili sulle macchie solari dal World Data Center for the Sunspot Index and Long-term Solar Observations, situato presso l’Osservatorio Reale del Belgio a Bruxelles, che tiene traccia delle macchie solari e individua alti e bassi del ciclo solare. Con il minimo solare alle spalle, gli scienziati si aspettano che l’attività del Sole aumenti verso il prossimo massimo previsto nel luglio 2025.

Sole
Sole e Terra. Credit: Massimiliano Veschini

https://www.facebook.com/467971416571719/videos/917027555793200

Ci vorranno circa altri cinque anni prima di arrivare al massimo solare. Il numero 24 è stato relativamente tranquillo rispetto ai cicli precedenti e ci aspettiamo lo stesso dal 25.

Sole
Alcune protuberanze solari riprese durante il mese di Agosto. Credit: Giuseppe Marozza

Conseguenze

Solo perché si tratta di un ciclo solare inferiore alla media, non significa che non vi sia alcun rischio di condizioni meteorologiche spaziali estreme“, afferma Doug Biesecker, co-presidente del pannello e fisico solare presso lo Space Weather Prediction Center della NOAA in Colorado. “L’impatto del Sole sulla nostra vita quotidiana è reale ed è presente“. E’ fondamentale monitorare l’attività del Sole sia per la sicurezza gli astronauti in orbita e sia per preservare i satelliti in orbita alla Terra.

Riferimenti:

Passione Astronomia partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it