Le riprese sono state realizzate dalla sonda Mars Express dell’ESA dal 15 maggio al 2 giugno 2023. Ecco Terra e Luna da Marte!

La sequenza di immagini è stata acquisita dal canale a super risoluzione della High Resolution Stereo Camera della sonda Mars Express dell”ESA, utilizzata principalmente per osservare le due lune di Marte (Phobos e Deimos). Il video mostra la Terra e la Luna riprese il 15, 21 e 27 maggio e il 2 giugno 2023 (copre più della metà dell’orbita mensile della Luna attorno alla Terra). L’immagine finale della sequenza ha segnato l’anniversario del lancio di Mars Express il 2 giugno 2003. Di seguito, ecco il video:

È nato il canale WhatsApp di Passione Astronomia! Iscriviti per ricevere tutti i nostri aggiornamenti

Qualche info sul Pianeta Rosso

Marte possiede, al suo interno, un nucleo denso formato da ferro, nichel e zolfo. Intorno al nucleo vi è un manto roccioso spesso tra i 1.240 a 1.880 chilometri e una crosta di ferro, magnesio, alluminio, calcio e potassio con una profondità compresa tra 10 e 50 chilometri. Marte ha un’atmosfera sottile costituita principalmente da anidride carbonica, azoto e gas argon e non offre molta protezione dagli impatti di oggetti come meteoriti, asteroidi e comete. La temperatura varia nel range [-153; 20] gradi Celsius e, poiché l’atmosfera è così sottile, il calore del Sole fuoriesce facilmente dal pianeta. Ovviamente la temperatura cambia anche a seconda della zona. Occasionalmente, i venti su Marte sono abbastanza forti tali da innescare tempeste di polvere che coprono gran parte del pianeta. Al termine di queste tempeste, possono passare mesi prima che tutta la polvere si depositi.

Antiche valli fluviali

Marte
Credit: NASA

Dai dati analizzati è emerso che Marte possedeva antiche reti di valli fluviali, delta e fondali lacustri, nonché rocce e minerali sulla superficie che potrebbero essersi formati solo in presenza di acqua liquida. Probabilmente il Pianeta Rosso ha subito enormi alluvioni circa 3,5 miliardi di anni fa. Oggi c’è acqua su Marte, ma l’atmosfera marziana è troppo sottile per consentire all’acqua liquida di esistere in superficie. Oggi, l’acqua si trova sotto forma di ghiaccio d’acqua appena sotto la superficie nelle regioni polari e scorre stagionalmente lungo alcuni pendii e pareti dei crateri.

Fonte, credit immagine di copertina NASA/JPL-Caltech/University of Arizona