Non c’è dubbio che entrambi i poli della Terra siano decisamente freddi, ma chi si aggiudica il primato? Scopriamolo insieme.

Il Polo Nord e il Polo Sud sono i luoghi più freddi della Terra. Tuttavia, per quanto simili possano sembrare, una è più ghiacciata dell’altra. Ma qual è allora il polo più freddo? Partiamo dal presupposto che entrambi sono molto freddi perché, data la loro posizione, non ricevono luce diretta dal Sole. Sia a Nord che a Sud, infatti, il Sole resta sempre basso all’orizzonte, anche in piena estate. Durante l’inverno polare, invece, il Sole è così lontano sotto l’orizzonte che non sorge per mesi. Inoltre le superfici dei due poli sono coperte di neve e quindi molto riflettenti. Significa che la maggior parte dell’energia solare che li raggiunge rimbalza nello spazio, mantenendo l’aria sopra la superficie relativamente fresca.

Advertisement
Banner Plus

Quindi? Dove fa più freddo?

Polarstern
Dirigendosi verso il nuovo lastrone di ghiaccio MOSAiC, Polarstern prende la strada più breve per raggiungere l’area di interesse: attraverso il Polo Nord. Sulla strada verso nord, il ghiaccio marino è sorprendentemente debole, ha molti stagni di fusione e Polarstern è in grado di romperlo facilmente. (Foto: Alfred-Wegener-Institut / Steffen Graupner)

Sebbene i fattori che vi elencato sopra rendano entrambi i poli molto freddi, il Polo Sud rimane significativamente più freddo del Polo Nord. A dirlo la Woods Hole Oceanographic Institution, che ha registrato una temperatura media annuale di meno 40 gradi Fahrenheit al Polo Nord (meno 40 gradi Celsius) in inverno e 32 F (0 C) in estate. Al contrario, le medie del Polo Sud sono molto più gelide, con una temperatura media annuale di meno 76 F (meno 60 C) in inverno e meno 18 F (meno 28,2 C) in estate.

Le differenze

Il motivo principale risiede nella differenza fondamentale fra i poli. Il Polo Nord è un oceano, mentre il Polo Sud è un continente. L’Artico è un oceano circondato da terre, l’Antartico è una terra circondata da oceano. L’acqua si raffredda e si riscalda più lentamente rispetto alla terra, di conseguenza ci sono meno temperature estreme. Anche quando l’Oceano Artico è coperto di ghiaccio, la temperatura relativamente calda delle sue acque ha un effetto mitigatore sul clima, aiutando l’Artico a rimanere più caldo rispetto all’Antartico.

Fonte: Livescience