Risposta breve: abbiano meno tempo di quanto tu possa immaginare.

La fine è vicina. Avete sentito spesso questa frase, nei vari film e libri di fantascienza post-apocalittica. Su scale temporali astronomiche, però, non è così infondata. D’altronde il nostro destino è legato indissolubilmente al Sole, che ha circa 5 miliardi di anni ancora da vivere. Tuttavia, non abbiamo così tanto tempo, dato che man mano che la nostra stella fonde l’idrogeno, diventa sempre più grande, calda e luminosa. Questo significa che anche la superficie terrestre diventerà mano a mano più calda e, in appena un miliardo di anni, tutta la vita sulla Terra morirà.

TERRA
Credit: Annelisa Leinbach

Non ci saremo per sempre, sulla Terra

Come tutte le stelle, il Sole è in guerra con la propria gravità. Lo schiacciamento verso l’interno di 1,989 x 1030 chilogrammi di massa fornisce una pressione tale da comprimere i nuclei di idrogeno e fonderli in elio. Parte di questa energia riscalda la Terra e ha permesso l’evolversi della vita stessa, ma è una guerra che il Sole è destinato a perdere. A un certo punto, infatti, il combustibile del Sole si esaurirà. Tra circa 5 miliardi di anni, una volta che l’idrogeno sarà esaurito, la nostra stella si gonfierà diventando una gigante rossa. A quel punto sarà grande abbastanza da inghiottire i pianeti interni del sistema solare e, molto probabilmente, anche la Terra.

Attenzione, però: se pensi di avere molto tempo, sbagli. Cinque miliardi di anni sono ciò che resta al pianeta, ma la nostra biosfera ha molto meno tempo davanti a sé. Quei piccoli aumenti della temperatura nel nucleo del Sole producono notevoli aumenti della luminosità della nostra stella. È ciò che condannerà inevitabilmente anche la biosfera terrestre, molto prima che il Sole diventi una gigante rossa. Se aumenta la luminosità del Sole, aumenta di conseguenza anche la temperatura della superficie terrestre. La prima conseguenza di questo fenomeno sarà l’evaporazione degli oceani, l’atmosfera inizierà a riempirsi di vapore acqueo e il pianeta sarà intrappolato in un fortissimo effetto serra che lo renderà inabitabile (tipo Venere, tanto per farvi un’idea).

Quindi quanto tempo ci resta prima che la vita sulla Terra scompaia? Un po’ a sorpresa, alla vita rimangono solo un miliardo di anni circa. È un lasso di tempo molto più breve dei cinque miliardi di anni che restano al pianeta prima che venga inghiottito dal Sole. E considerato che la vita sulla Terra è apparsa almeno 3,5 miliardi di anni fa, significa che gli esseri umani si sono affacciati nell’universo solo alla fine della fase abitabile di un pianeta. Questo la dice lunga sulla possibilità di vita intelligente nell’universo.

Riferimenti: Big Think

Se sei arrivato fin qui è perché hai ritenuto il nostro articolo degno di essere letto fino alla fine. Da sempre Passione Astronomia prova a costruire, attraverso la divulgazione scientifica, una comunità di persone più informate e consapevoli. È anche il motivo per cui abbiamo deciso di scrivere un libro dedicato all’astronomia. È scritto in modo chiaro e semplice, proprio perché per noi la divulgazione deve essere accessibile a tutti. Lo trovi qui.

Passione Astronomia partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it