Il progetto DES nato per mappare l’energia oscura ha permesso l’individuazione di tantissimi pianeti nani

Grazie alla ricerca dell’energia oscura, il DES PROJECT ha individuato 316 pianeti minori, 139 dei quali sono totalmente nuovi. Questo progetto si è rivelato validissimo per la scoperta di questi oggetti transnettuniani (TNO), ovvero corpi celesti del sistema solare la cui orbita si trova oltre quella di Nettuno. Il Dark Energy Survey è ufficialmente finito: è stato attivo dall’agosto 2013 fino al gennaio 2019, raccogliendo dati vicino all’infrarosso. Ha studiato una serie di oggetti e fenomeni, come supernovae e ammassi di galassie, al fine di calcolare l’accelerazione dell’espansione dell’Universo (si pensa sia influenzata dall’energia oscura).

Alcuno oggetto transnettuniani conosciuti. Credit: NASA

Inaspettata scoperta

L’elevato grado di profondità, ampiezza e precisione delle osservazioni ha permesso l’individuazione di pianeti minori molto distanti dalla Terra (oltre 4,5 miliardi di km). Questa categoria di oggetti comprende praticamente tutto ciò che non è un pianeta o una cometa: va dagli asteroidi ai pianeti nani. I 139 nuovi oggetti si aggiungono ai 3.000 TNO conosciuti. Questi corpi celesti sono difficili da scovare sia per l’estrema lontananza sia per la debole luminosità. Tutto lo studio è stato pubblicato su “The Astrophysical Journal Supplement Series” il 10 marzo 2020. Ulteriori ricerche potrebbero far luce anche sul presunto Pianeta X (trovate l’approfondimento a questo articolo).

Riferimenti: https://iopscience.iop.org/article/10.3847/1538-4365/ab6bd8

Passione Astronomia consiglia...
  • Periodo di prova gratuito ad Amazon Kindle Unlimited grazie a Passione Astronomia clicca qui
  • Lo store astronomico clicca qui
Se vuoi sostenere il nostro lavoro puoi fare una donazione