Il vulcano sottomarino è il Fukutoku-Okanoba, eruttato ad agosto, e le navi riapparse dovrebbero risalire alla battaglia della seconda guerra mondiale di Iwo Jima tra le forze statunitensi e le truppe dell’esercito imperiale giapponese 

Ad agosto, un vulcano sottomarino chiamato Fukutoku-Okanoba nelle isole Ogasawara situato a circa 1300 chilometri a sud di Tokyo, in Giappone, è eruttato. L’eruzione del Fukutoku-Okanoba ha fatto nascere un piccolo isolotto costituito da pomice e cenere vulcanica. Il giorno dopo, il vicino vulcano Nishinoshima ha eruttato per la prima volta in un anno. Ma ora la sorpresa: sono riemersi scafi fatiscenti sulla costa occidentale dell’isola ora conosciuta in Giappone come Iō Tō. L’isola fu presa d’assalto dai marines statunitensi il 19 febbraio 1945. La battaglia durò 36 giorni, con la partecipazione di 70.000 marines e 18.000 soldati giapponesi. Quasi 7.000 Marines persero la vita (e 20.000 feriti) in una delle battaglie più sanguinose a cui i Marines abbiano mai preso parte. Probabilmente quelle navi sono i resti dello scontro.

Immagine di copertina credit ANNnewsCH / YouTube

Altre ipotesi circa i relitti emersi

Nella primavera del 1945, la “Navy Seabees” degli Stati Uniti affondò 24 navi da trasporto giapponesi catturate in questa zona del Giappone per stabilire un frangiflutti per un migliore approvvigionamento di Iwo Jima. Questo progetto non fu approvato/terminato e fu abbandonato. I relitti sono ancora lì e probabilmente sono emersi.

Riferimenti:

Passione Astronomia consiglia...
  • Periodo di prova gratuito ad Amazon Kindle Unlimited grazie a Passione Astronomia clicca qui
  • Lo store astronomico clicca qui

Passione Astronomia partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it