Canis Majoris, sita nella costellazione del Cane Maggiore, è un’ipergigante rossa grande 1.420 volte il raggio del Sole. Ecco tutto quello che c’è da sapere

Vi sarà sicuramente capitato di chiedervi qual è la stella più grande mai scoperta. Premessa: gli astronomi non sono in grado di misurare con precisione le dimensioni di stelle molto lontane. Nessuna di quelle scoperte finora, infatti, si trova abbastanza vicina al Sistema Solare da permetterne un’accurata misurazione. La dimensione di una stella la possiamo quindi solo dedurre in funzione della sua distanza dalla Terra. E un errore nel determinare la sua distanza significa anche un’incertezza relativa al suo raggio. C’è però una stella che è tra le più grandi mai scoperte: VY Canis Majoris, nella costellazione del Cane Maggiore.

La stella VY Canis Majoris
VY Canis Majoris, paragonata al nostro Sole. Credit: Creative commons (wikipedia)

Ecco quanto è grande la stella

La più grande stella visibile a occhio nudo, in realtà, è Mu Cephei, conosciuta anche coi nomi di Erakis e Stella Granata. VY Canis Majoris, però, è considerata di massa ancora più grande ed è del tutto invisibile ad occhio nudo. È un’ipergigante rossa variabile irregolare e si trova nella costellazione del Cane Maggiore, a ben 3.840 anni luce dal Sole. A proposito, ha un raggio 1.420 volte quello della nostra stella e questo la rende una delle più luminose della Via Lattea.

Venne scoperta dall’astronomo francese Lalande nel lontano 1801, che la catalogò come stella di 7° magnitudine. Tra l’altro le osservazioni del XIX secolo fecero pensare a una stella multipla, invece si capì poi che le sei componenti singole osservate non erano altro che zone luminose della nebulosa che la ospita. Nel 2006, invece, l’astrofisica Roberta Humphreys ipotizzò che Canis Majoris avesse un raggio quasi 2000 volte quello del Sole: se così fosse e se questa enorme stella si trovasse al posto del Sole, la sua superficie si estenderebbe ben oltre l’orbita di Saturno.

Studi più recenti, però, hanno confermato distanza (3.815 anni luce da noi) e raggio (1.420 volte quello solare) della stella. Per quanto riguarda la massa, si ritiene sia 25 volte quella del Sole, ma che una parte di esse sia stata persa a causa del vento stellare. Gli astronomi ritengono, infine, che Canis Majoris si trovi nelle fasi finali della sua vita, al termine della quale esploderà in supernova.

Ma allora qual è la più grande?

Secondo gli ultimi studi, Stephenson 2-18 è ora considerata tra le più grandi stelle conosciute, se non addirittura la più grande: parliamo di un raggio di 2.158 raggi solari. UY Scuti si stima abbia un raggio circa 1.700 volte maggiore di quello del Sole (il raggio solare equivale a 696.340 km). La stima della magnitudine assoluta fornisce alla stella una luminosità di quasi 440.000  L (luminosità solare) , con una temperatura effettiva di 3.200 K. Se la dovessimo collocare al centro del nostro Sistema Solare, la sua fotosfera inghiottirebbe l’orbita di Saturno, il signore degli anelli. Ulteriori osservazioni e studi ci diranno di più su questa stella e sulla sfida tra i giganti della Via Lattea.

Riferimenti:

Passione Astronomia partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it