Nel settembre 2013, il Sole ha ha mostrato la sua forza rompendo le condizioni di quiete in modo spettacolare. Il filamento, lungo 320.000 chilometri, ha squarciato la corona lasciandosi dietro quello che sembra un canyon di fuoco. Ecco le immagini riprese da SDO

Un filamento magnetico di materiale solare è eruttato sul Sole alla fine di settembre 2013, rompendo le condizioni di quiete in modo spettacolare. Il filamento lungo circa 320.000 chilometri ha squarciato la corona (parte più esterna dell’atmosfera della nostra Stella) lasciandosi dietro quello che sembra un canyon di fuoco. Il canyon luminoso traccia il canale in cui i campi magnetici tenevano in alto il filamento prima dell’esplosione. Sono stati combinati due giorni di dati satellitari per creare un breve filmato di questo gigantesco evento sul Sole. In realtà, il Sole non è fatto di fuoco, ma di qualcosa chiamato plasma: particelle così calde che i loro elettroni sono evaporati, creando un gas carico che si intreccia con i campi magnetici. Queste immagini sono state catturate il 29-30 settembre 2013, dal Solar Dynamics Observatory (SDO), della NASA, che osserva costantemente il Sole in varie di lunghezze d’onda.

Ecco lo strepitoso video

Qualche info sulla nostra Stella

Il Sole è formato principalmente da due gas, l’idrogeno e l’elio. La temperatura sulla sua superficie è di circa 5.500 di gradi Celsius mentre, al centro, la temperatura sale a circa 15 milioni di gradi ed i gas vengono compressi ad una densità circa 10 volte superiore a quella del piombo. A temperature e pressioni così alte, il Sole diventa un reattore nucleare, nel quale l’idrogeno viene convertito in elio. Allo stesso tempo, vengono prodotte enormi quantità di radiazioni che emergono in superficie come luce visibile, infrarossa, ultravioletta, ma anche raggi X. La superficie del Sole è un luogo molto particolare. Ha gas carichi elettricamente che generano aree di potenti forze magnetiche. Queste zone sono chiamate appunto campi magnetici. I gas del Sole si muovono costantemente: quest’azione fa si che i campi magnetici si aggroviglino e si allunghino. Ciò determina molta l’attività solare: a volte la superficie del Sole è molto attiva, altre volte, un po ‘più tranquilla. Il ciclo solare è il ciclo che il campo magnetico del Sole compie circa ogni 11 anni. La nostra stella, come detto, è un’enorme sfera di gas caldo elettricamente carico in continua lotta con la gravità. Questo gas carico si muove, generando un potente campo magnetico. Ogni 11 anni circa, il campo magnetico del Sole si ribalta completamente: ciò significa che i poli nord e sud si invertono. Il ciclo solare influenza l’attività sulla sua superficie: si generano ad esempio le macchie solari e potenti brillamenti.

Credit immagine di copertina, NASA’s Goddard Space Flight Center/SDO

Riferimenti:

Passione Astronomia consiglia...
  • Periodo di prova gratuito ad Amazon Kindle Unlimited grazie a Passione Astronomia clicca qui
  • Lo store astronomico clicca qui

Passione Astronomia partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it