Il governo Usa ha diffuso l’attesissimo rapporto che riguarda gli oggetti volanti non identificati, ma non contiene conclusioni definitive e non esclude l’esistenza degli alieni.

L’attesa era tanta, per il rapporto ufficiale diffuso dal governo degli Stati Uniti sugli oggetti volanti non identificati. Il documento contiene 143 segnalazioni raccolte da militari americani dal 2004 ad oggi, ma si tratta di un rapporto abbastanza inconcludente secondo gli esperti. Il documento, infatti, avrebbe dovuto dare le risposte definitive sugli avvistamenti UFO degli ultimi due decenni, che secondo alcuni sarebbero di natura aliena.

Un avvistamento UFO in Massachusetts nel 1952. Credit: Getty images.

Gli avvistamenti

Nella lista dei 143 avvistamenti ce ne sono 21 definiti ignoti e che, forse, dimostrano l’esistenza di tecnologie sconosciute agli Stati Uniti. Nel documento (che potete consultare qui) ci si riferisce a oggetti in volo che si muovevano a velocità considerevole senza sistemi di propulsione evidenti. O ancora, si parla di oggetti capaci di accelerare in un attimo e cambiare direzione repentinamente. Gli States ritengono che questo veicoli potrebbero essere riconducibili a tecnologie di altre grandi potenze, come Russia e Cina. Non c’è dubbio che serviranno indagini più accurate per venirne a capo.

Le conclusioni del rapporto

In generale, non sono state trovate prove evidenti dell’esistenza degli alieni (ve lo avevamo già anticipato in un precedente articolo). Il rapporto, però, non lo esclude.

Nel documento, tra l’altro, si dice che gli avvistamenti sono ancora pochi per identificare elementi in comune fra i diversi episodi. È una svolta storica per gli Stati Uniti. È la prima volta che il governo (anzi, l’intelligence) Usa decide di esporsi pubblicamente sulla questione. Non solo, perché l’amministrazione americana ha anche aggiunto di impegnarsi ad aggiornare il Congresso nei prossimi tre mesi su ciò che intende fare per andare fino in fondo alla questione. L’iniziativa riguarda sostanzialmente un aggiornamento periodico del Congresso (e quindi dei cittadini) su eventuali nuovi avvistamenti.

Riferimenti:

Passione Astronomia consiglia...
  • Periodo di prova gratuito ad Amazon Kindle Unlimited grazie a Passione Astronomia clicca qui
  • Lo store astronomico clicca qui

Passione Astronomia partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it