Parliamo di un muro di galassie di 1 miliardo di anni luce (battezzato BOSS), più grande di qualsiasi altra cosa ancora identificata nel cosmo

La lingua inglese ha alcuni limiti. Uno di questi è la descrizione delle dimensioni: parole come ‘big’, ‘humongous’ e ‘immense’ non bastano a descrivere gli oggetti che gli astronomi stanno scoprendo nello spazio profondo. Non ci sono sicuramente parole per descrivere la loro scoperta, soprannominata BOSS Great Wall (BGW), che è un superammasso di galassie di oltre 1 miliardo di anni luce, il che lo rende la più grande struttura osservata finora nell’universo. Il BOSS prende il nome dalla Baryon Oscillation Spectroscopic Survey, uno sforzo internazionale per mappare le galassie e i quasar nell’universo primordiale.

Rappresentazione di un sistema di superammassi come il BOSS Great Wall
Rappresentazione di un sistema di superammassi come il BOSS Great Wall. Credit: Volker Springel – Max Planck Institute For Astrophysics

Alcuni dettagli

Il BOSS è grande. Davvero grande. ENORME. Così grande che quando una stella nasce su un lato del BOSS, la luce impiega un miliardo di anni per raggiungere l’altro lato. Comprende quattro superammassi contenenti 830 galassie collegati da massicci filamenti di gas caldo e si staglia nello spazio a circa 5 miliardi di anni luce dalla Terra. Questo crea una struttura tortuosa che assomiglia a un nido d’ape cosmico. Per quanto riguarda la nostra zona, l’ammasso più grande, il superammasso Laniakea, che comprende la nostra Via Lattea, è meno della metà della BGW. I ricercatori della Sloan Digital Sky Survey (l’indagine BOSS è uno dei suoi progetti) hanno cercato di mappare questa rete per comprendere meglio la storia, le dimensioni e la velocità di espansione dell’universo. Utilizzando un telescopio dedicato situato nella remota macchia desertica di Sunspot nel New Mexico, essi scrutano enormi porzioni di cielo alla ricerca di galassie lontane, brillanti quasar e altri oggetti celesti. Nel corso di questo processo, hanno trovato alcune cose le cui dimensioni non passano di certo inosservate, come la “Grande Muraglia Sloan“. BOSS ha un volume di dieci volte superiore a quello di Sloan e un diametro quasi del 70% più grande.

L’importanza della scoperta del BOSS

Non tutti gli scienziati sono convinti che il BOSS sia davvero il più grande. L’Universo è immenso e in continua espansione e in effetti, la BGW è così grande che alcuni scienziati si chiedono se possa davvero essere considerata una cosa sola. ‘’Non capisco del tutto perché si colleghino tutte queste caratteristiche insieme per definirle un’unica struttura’’ (Allison Coil, Università della California, San Diego). Comunque, non sono le dimensioni della parete che contano; superammassi e pareti cosmiche come il BOSS e lo Sloan aiutano i ricercatori a modellare la fisica del big bang e a tracciare la forma dell’universo. E se il ritmo della ricerca è questo…è improbabile che il BOSS mantenga il suo primato ancora a lungo!

Fonte: Washingtonpost, smithsonianmag.com, aanda.com

Se il lavoro che stiamo facendo ti sembrerà utile, per te e per tutti, potrai anche decidere di esserne partecipe e di abbonarti a Passione Astronomia. Non possiamo prometterti di scoprire cosa c’era prima del Big Bang. Ma possiamo prometterti che con il tuo aiuto ci saranno gli articoli di Passione Astronomia per seguire e capire meglio l’universo.

Chissà che un paese più informato non sia un paese migliore.

Passione Astronomia partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it