Intrecci d’amore e intrighi politici hanno seguito il famoso fisico per tutta la vita. Ecco 10 cose che (probabilmente) ancora non sapevate su Albert Einstein.

Conosciuto principalmente per la sua teoria della relatività e per gli studi sulle onde gravitazionali e l’elettromagnetismo, Albert Einstein è stata una delle personalità più controverse del secolo scorso. In questo articolo vi sveleremo 10 cose che probabilmente ancora non sapevate su questo famoso scienziato.

Albert Einstein
Una rappresentazione di Albert Einstein con la sua consueta pipa. Credit: unsplash

Chi era davvero Albert Einstein

Partiamo dal presupposto che Einstein rinunciò alla cittadinanza tedesca quando aveva solo 16 anni. Fin da piccolo, infatti, dichiarò di detestare ogni tipo di nazionalismo e a 16 anni rimase apolide fino al 1901, quando divenne cittadino svizzero.

Quando iniziò a insegnare al Politecnico di Zurigo, c’era una sola studentessa nella sua sezione, tale Mileva Marić. Appassionata di matematica e scienze, rinunciò all’ambizione di diventare una scienziata per divenire la moglie e madre dei figli di Einstein.

Tra le curiosità che riguardano lo scienziato, il fatto che l’FBI avesse un fascicolo di ben 1.427 pagine su Einstein, nel 1933. Questo file sarebbe cresciuto negli anni a venire, quando lo scienziato si avvicinò sempre di più ad organizzazioni pacifiste e socialiste.

Prima del matrimonio, Mileva diede alla luce una bambina in Serbia nel 1902. Si chiamava Lieserl e gli storici ritengono sia morta durante l’infanzia, per scarlattina o altra malattia. Non se ne conosceva l’esistenza fino al 1987, quando una raccolta di lettere di Einstein fu resa pubblica.

Si dice che dietro un grande uomo ci sia sempre una grande donna. Ebbene, Albert diede il premio in denaro del suo Nobel (poco più di 32mila dollari) proprio a Mileva Marić, che secondo alcuni fu alla base delle grandi scoperte di questo scienziato.

Le lotte per i diritti e le controversie con i russi

Dopo la fine del matrimonio con Mileva sposò (ascoltate bene) tale Elsa, cioè la figlia della sorella della madre di Albert. Il che li rende cugini di primo grado. Sì, Einstein sposò sua cugina.

Nel corso della sua vita, Albert si è battuto per i diritti civili e la libertà di parola. Quando WEB Du Bois fu incriminato nel 1951 come agente non registrato per una potenza straniera, Einstein si offrì volontario per testimoniare a suo nome. Il giudice, appreso che sarebbe apparso il famoso scienziato, decise di archiviare il caso.

Il secondo figlio di Albert, Eduard, soffrì di schizofrenia per la maggior parte della sua vita adulta. Era affascinato dalla psicoanalisi di Freud, ma morì a soli 55 anni in una clinica psichiatrica mentre Albert era già emigrato negli States.

Ebbe un’amicizia importante con quello che viene definito “il padre della guerra chimica”, Fritz Haber. Era un ebreo che si convertì al cristianesimo e che durante la prima guerra mondiale inventò un gas di cloro mortale che asfissiava i soldati bruciando loro gola e polmoni nelle trincee.

Chiudiamo con i controversi rapporti di Einstein coi russi. Nel 1935 la figliastra Margot lo presentò a una certa Margarita Konenkova, con la quale ebbe una relazione segreta. Secondo alcune lettere scritte fra il 1945 e il 1946 dallo scienziato alla donna, la Konenkova sarebbe stata una spia russa. Gli storici, però, non hanno mai confermato la veridicità di quest’ultima affermazione. E se volete leggere la verità sulla famosa bocciatura di Einstein in matematica, leggete qui.

Riferimenti: https://www-nationalgeographic-com.translate.goog/science/article/einstein-facts-science-genius?_x_tr_sl=en&_x_tr_tl=it&_x_tr_hl=it&_x_tr_pto=sc

Passione Astronomia partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it