Soprannominata “la signora dei satelliti”, sarà la direttrice dei programmi di osservazione Terra dell’Agenzia Spaziale Europea.

Senese di 57 anni, Simonetta Cheli è la prima donna a ricoprire il ruolo di direttrice dei programmi di osservazione della Terra dell’Esa. È stata scelta dal Consiglio dell’Agenzia Spaziale Europea per succedere a Josef Aschbacher, che a sua volta è diventato il nuovo direttore generale dell’ente europeo.

Simonetta Cheli. Credit: ESA.

Il nuovo ruolo di Simonetta Cheli

Il ruolo che andrà ad occupare la Cheli riguarda anche i cambiamenti climatici. Quando scelse di occuparsi di ambiente, nell’Esa, c’erano solo tre satelliti impegnati nel controllare le condizioni del nostro pianeta. Già allora, però, si cominciava a parlare di cambiamento climatico. Ora ci sono ben 16 satelliti che osservano continuamente i nostri oceani, l’atmosfera terrestre, i venti e i ghiacci del pianeta. Da questi satelliti l’Esa riceve una gran quantità di informazioni, che vengono redistribuite a scienziati ed enti pubblici per gestire al meglio città e coltivazioni.

Simonetta Cheli si occuperà quindi di indagini dall’orbita, che ci permetteranno anche meglio di comprendere ciò che accade sul pianeta. Poi, com’è ovvio, devono però essere i politici e i governi di tutto il mondo a compiere le scelte più giuste per il loro popolo.

Soprannominata la “signora dei satelliti”, dopo aver studiato a Yale, Simonetta Cheli si è prima laureata a Firenze e poi specializzata a Parigi. Un’altra delle nostre eccellenze che va a ricoprire un ruolo di tutto rispetto in una delle agenzie spaziali più importanti del mondo. In bocca al lupo, Simonetta!

Riferimenti:

Passione Astronomia consiglia...
  • Periodo di prova gratuito ad Amazon Kindle Unlimited grazie a Passione Astronomia clicca qui
  • Lo store astronomico clicca qui

Passione Astronomia partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it