Martedì 25 ottobre 2022 a partire dalle 11 ci sarà un’eclissi parziale di Sole: ecco la scienza dietro a questi meravigliosi eventi astronomici.

Un’eclissi solare si verifica quando la Luna si trova tra la Terra e il Sole e copre totalmente o parzialmente la visibilità della nostra stella. Un’eclissi solare può avvenire solo durante la fase di Luna nuova, quando la Luna passa direttamente tra il Sole e la Terra e proietta la sua ombra sul nostro pianeta. C’è però una bella differenza fra eclissi totali e parziali di Sole. Quella che si verificherà domani, martedì 25 ottobre a partire dalle 11, sarà parziale. Come al solito la seguiremo in diretta e in contemporanea sui nostri canali ufficiali Facebook e Youtube. Ecco tutto quello che c’è da sapere.

Le differenze

In realtà esistono ben quattro tipi di eclissi solari: totale, anulare, parziale e ibrida. Ecco cosa le causa.

Le eclissi totali di Sole sono forse il più straordinario spettacolo cosmico al quale possiamo assistere dalla Terra. Il Sole ha un diametro di quasi un milione e mezzo di chilometri (1.390.473 per la precisione) ed è 400 volte maggiore di quello della nostra Luna (3.476 km). Ma la Luna è anche circa 400 volte più vicina alla Terra, rispetto al Sole e, di conseguenza, quando i piani orbitali dei due corpi celesti si intersecano, la Luna nuova può sembrare che oscuri totalmente il disco del Sole. In media, un’eclissi totale di Sole si verifica ogni 18 mesi.

Un’eclissi solare parziale di Sole, come quella che vedremo domani, invece, si verifica quando solo una parte del Sole viene oscurata dalla Luna. Il resto rimane visibile per tutto il tempo e la quantità di Sole che puoi vedere dipende molto da dove ti trovi. Ai poli, per esempio, si potrà vedere solo una piccola fetta di Sole nascosta dalla Luna. La percentuale di diametro solare coperto sarà del 29% circa al Nord Italia e al 22% circa al Sud. Come anticipato, non vedremo di colpo scendere la notte, ma ci sarà comunque una significativa diminuzione della luce solare.

Durante un eclissi anulare, invece, la Luna è troppo piccola per coprire completamente il Sole, una sorta di “finto tramonto” che dura all’incirca 12 minuti. Le eclissi solari ibride si verificano invece quando un’eclissi anulare si trasforma in un’eclissi solare durante il suo percorso.

Appuntamento, insomma, alle 11 di domattina. Iscrivetevi al nostro canale Youtube e attivate la campanellina per non perdere la diretta dell’evento più atteso di questi giorni.

Riferimenti: Live Science

Se sei arrivato fin qui è perché hai ritenuto il nostro articolo degno di essere letto fino alla fine. Da sempre Passione Astronomia prova a costruire, attraverso la divulgazione scientifica, una comunità di persone più informate e consapevoli. È anche il motivo per cui abbiamo deciso di scrivere un libro dedicato all’astronomia. È scritto in modo chiaro e semplice, proprio perché per noi la divulgazione deve essere accessibile a tutti. Lo trovi qui.

Passione Astronomia partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it