La sonda MESSENGER della NASA ci ha regalato, l’8 giungo 2014, un bellissimo video di Mercurio riprendendo il piccolo pianeta da altitudini comprese tra 15 e 165 chilometri

La sonda spaziale MESSENGER della NASA ha catturato questo video durante un sorvolo del polo nord di Mercurio l’8 giugno 2014. I fotogrammi sono stati ripresi una volta al secondo mentre MESSENGER si trovava ad altitudini comprese tra 115 e 165 chilometri, viaggiando a una velocità di 3,7 chilometri al secondo rispetto a la superficie. Il video è accelerato di un fattore sette per facilità di visione. Le immagini hanno risoluzioni che vanno da 21 a 45 metri/pixel. Godetevelo in tutto il suo splendore!

Credit: NASA/Johns Hopkins University Applied Physics Laboratory/Carnegie Institution di Washington

La superficie di Mercurio ricorda quella della Luna: è segnata da molti crateri da impatto derivati da collisioni con meteoriti e comete. Presenti anche bacini da impatto molto grandi, tra cui si annoverano Caloris (1.550 chilometri di diametro) e Rachmaninoff (306 chilometri di diametro). Questi ultimi si sono generati in seguito all’impatto di asteroidi sulla superficie del pianeta all’inizio della storia del sistema solare. Ci sono anche “catene montuose” lunghe alcune centinaia di chilometri ed alte oltre il chilometro. Sono nate durante il raffreddamento e la contrazione del pianeta nel corso di miliardi di anni. Le strisce luminose visibili nelle foto sono chiamate “raggi del cratere“: si formano quando asteroidi o comete colpiscono la superficie. Gli impatti generano ampi crateri e parte del materiale frantumato viene lanciato lontano per poi ricadere sulla superficie, formando i raggi. Le particelle fini di roccia frantumata sono più riflettenti di pezzi di grandi dimensioni, quindi i raggi sono molto luminosi (con il passare del tempo perdono questa caratteristica). Mercurio potrebbe avere ghiaccio d’acqua ai suoi poli all’interno di crateri profondi, ma solo in regioni di ombra permanente. Lì la temperatura potrebbe essere tale da poterlo preservare. Insomma un pianeta con tante peculiarità. Non perdetevi le 10 curiosità del pianeta: https://www.passioneastronomia.it/mercurio-le-10-curiosita-sul-pianeta-piu-piccolo-del-sistema-solare/

Immagine di copertina credit NASA/Johns Hopkins University Applied Physics Laboratory/Carnegie

Fonte: NASA SolarSystem

Passione Astronomia partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it